TOKYO: UN SOGNO CHIAMATO “MORI BUILDING”

Tokyo è una città proiettata nel futuro e ne sono una prova i tanti musei avveniristici che è possibile visitare nella capitale del Giappone. Al loro interno i visitatori hanno la possibilità di vivere esperienze artistiche e scientifiche fuori dall’ordinario, in cui le tecnologie più avanzate si uniscono ad ambientazioni spettacolari.

Universe of Water

Se l’innovazione digitale è protagonista, i social media addicted sono i benvenuti: i musei di Tokyo offrono location perfette per scatti memorabili e incoraggiano i visitatori a immortalare la loro esperienza, condividendola in real time.

Animals of Flowers Symbiotic

Per chi desidera vivere un’immersione totale nell’esperienza artistica e imprimerla in scatti assolutamente memorabili, il MORI BUILDING DIGITAL ART MUSEUM è il nuovo place to be.

The Way of the Sea

 

Universe of Water

 

The Way of the Sea

Situato sulla piccola isola artificiale di Odaiba, il primo museo digitale al mondo ha recentemente aperto le porte al pubblico, ridefinendo il concetto di arte moderna.

Al suo interno i visitatori sono assoluti protagonisti e si trovano catapultati in un mondo onirico, fatto di luci, immagini e ombre suggestive, dove è possibile scattare foto a volontà.

Sliding through the Fruit Field

 

Three-Dimensional Light Bouldering

 

Inverted Globe, Giant Connecting Block Town

 

Aurora Lights

 

Red People in the Blue

 

Walk, Walk, Walk  – Search, Deviate, Reunite

 

Black Waves

 

Graffiti Flower Bombing

 

Flowers – Layered Ultrasubjective Space

 

Flutter of Butterflies Beyond Borders, Ephemeral Life Born from People

 

Spirits of the Flowers – July

 

The Way of the Sea

 

The Way of the Sea

Del resto il “museo” sviluppato dal collettivo giapponese teamLab non ha niente di convenzionale: al suo interno non si trovano opere tradizionali, ma uno spazio immersivo dall’impatto fortemente spettacolare, creato da 470 proiettori controllati da oltre 500 computer. La visita include due aree principali: nel Borderless World non esistono mappe o indicazioni e i visitatori si muovono liberamente nello spazio, catturando istantanee del caleidoscopio di colori e delle prospettive create dai proiettori, mentre la Athletic Forest prevede installazioni più interattive che si modificano al passaggio dei turisti, ideali per realizzare Instagram stories di successo e condividere un progetto unico al mondo, che proietta Tokyo ancora più avanti nel futuro.

 

Photo credits

teamLab

Exhibition view of MORI Building DIGITAL ART MUSEUM teamLab Borderless

2018 Odaiba Tokyo

© teamLab

teamLab is represented by Pace Gallery

 

borderless.teamlab.art

www.gotokyo.org