Veronica Smirnoff, Tales of Bright and Brittle

La galleria Riccardo Crespi presenta Tales of Bright and Brittle (Racconti di Fulgore e Fragilità), la terza personale in Italia dell’artista inglese di origine russa Veronica Smirnoff. Le opere in mostra (17 maggio – 20 luglio 2018) costituiscono un corpus quasi completamente unitario, concepito e dipinto tra il 2017 e il 2018 dall’artista che approfondisce varie intuizioni tra fantasia e storia, folclore e immaginazione. Smirnoff trae ispirazione dalle sue esperienze di luoghi, dal suo amore per libri e racconti, nel rispetto di storia, miti ed epiche comuni.

Veronica Smirnoff, Play Up, Play Up And Play The Game, 2013, egg tempera on wood, 60 x 180 cm

La tempera all’uovo su tavola gessata, una delle tecniche più antiche e minuziose, è strumentale al procedimento in cui l’artista combina la tecnica dell’icona con la miniatura, la tradizione asiatica con l’arte popolare, nonché con spunti e simboli da altre fonti, per aggiungere significato e validità ai suoi soggetti. Impadronendosi di diversi linguaggi pittorici attraverso giustapposizione irrazionale e pura intuizione, fa intuire l’implacabile conflitto tra figurazione e astrazione, un equilibrio sottile e costantemente re-immaginato tra allegoria e appropriazione.

Veronica Smirnoff, The Chase, 2018, egg tempera on wood, 30 x 51 cm

 

Veronica Smirnoff, Dancers In the Storm, 2018, egg tempera on wood, 100 x 130 cm

Nelle parole dell’artista: “La magia dell’audacia di raccontare quel che sempre accade nello spazio mentale è la prova dell’immaginazione che permette di muoverci liberamente nel regno della fantasia, riluttanti a mettere in discussione la mancanza di logica tra le cose incomprensibili che prima o poi trovano un senso e ci insegnano qualcosa sul mondo reale“.

Veronica Smirnoff, Wayfaring, 2018, egg tempera on wood, 25 x 13 cm

Gli spunti tematici sono molteplici e inestinguibili: in Scarlet and Seraphim l’esplicito riferimento a L’isola dei morti di Böcklin si allenta in uno spazio più luminoso, suggerendo la possibilità di esplorare ancora pittura e vita – che qui mostrano un destino comune in cui pensieri ed immagini sono soggetti ad un eterno ritorno.

Veronica Smirnoff, Moonlight Flit, 2018, egg tempera on wood, 27 x 31 cm

Non mancano neppure i cenni al mondo contemporaneo, nella sua bellezza e fragilità: Echelon mostra un gruppo di persone incolonnate, forse migranti – ma più semplicemente esseri umani – in cammino verso ignoti territori, in cui ognuno porta storia e sensibilità proprie: ciò che rende unico il nostro viaggio, racchiuso in una memoria collettiva, mai priva dell’antico istinto di meraviglia, sicurezza e speranza.

Veronica Smirnoff, Goldfish, 2018, egg tempera on wood, 59 x 70 cm

Veronica Smirnoff, nata a Mosca nel 1979, vive e lavora tra Londra e Mosca.

Mostre: 2016 Anthropocene, Galleria Riccardo Crespi, Milano; 10. Group show 2006-2016, Galleria Riccardo Crespi, Milano 2015 Painting Now, Galleria Riccardo Crespi, Milano 2014 Forward, Eton College, Windsor, UK; A Midsummer Night’s: Dreams… and Music, St Peter’s Church, Londra; Would Be Worlds, Erarta Gallery, Londra; Walls, Pushkin House, Londra 2013 Beyond The Shore, Galleria Riccardo Crespi, Milano; EVERYWHERE BUT NOW, 4th Thessaloniki Biennale of Contemporary Art, Salonicco, Grecia; Renewal of the Sacred, House of the Nobleman, Londra; The Future Can’t Wait, B1, Victoria House, Londra 2012 Dreaming Beauties, Galleria Riccardo Crespi, Milano; The Madding Spring, Gallery Vela, Londra 2011 Opulent Vision, Ford Project Gallery, New York 2010 BRIC Theme Auction, Saatchi Gallery, Londra; John Moores Painting Prize 2010, Walker Art Gallery, National Museums, Liverpool; Zhar, Galerie Stanislas Bourgain, Parigi 2009 Women to Watch: The Figure Re-Figured, Friends of National Museum of Women in the Arts, Londra 2008 Invasion: Evasion, Baibakov art projects, Mosca; Morozka, Galleria Riccardo Crespi, Milano 2006 TGU, Zoo Art Fair, Londra; Lenin Lovers, Curator Space Gallery, Londra 2005 Baroquerocks, Espace Brochage Express Gallery, Parigi

Veronica Smirnoff, Troyka, 2018, egg tempera on wood, 120 x 180 cm

 

Galleria Riccardo Crespi

via Mellerio 1 – Milano

www.riccardocrespi.com