IL NATALE DI PASTICCERIA MARTESANA MILANO

Non c’è Natale senza panettone … e soprattutto senza i lievitati che Enzo Santoro e la squadra di pastry chef di Pasticceria Martesana sfornano da cinque decenni a Milano. Una linea di Panettoni diventati “cult”, attesissima da pastrylovers e non, di quelli che a fine estate c’è già una lunga lista d’attesa.

Panettone Maron Glacé

La ricerca del panettone perfetto è una delle pietre miliari nella vita di Enzo Santoro, Maestro Ampi e anima di Pasticceria Martesana. In anni di cura e di sperimentazioni, Enzo ha ‘conquistato’ il panettone meneghino dandone una sua declinazione leggera, fragrante, perfettamente bilanciata. Rispettoso e amante della tradizione, Enzo è anche un maestro creativo, capace di proporre versioni del panettone classico a volte audaci e quasi trasgressive, sorprendenti e deliziose. Così sono passati alla storia il Panetun dell’Enzo ispirato alla Torta Sacher e il Panettone Strudel proposto da Natale scorso. Anche questo anno il laboratorio di Pasticceria Martesana presenta nuovi gusti, abbinamenti e ricette, attesissime dalla stampa e dal pubblico.

Panettone Gianduia e mandarino

Cardini dei panettoni di Pasticceria Martesana sono ovviamente materie prime di altissima qualità: dall’uvetta ai canditi, dal gianduia ai mandarini canditi passando per marrons glacés e mandorle. I prodotti entrano a far parte dei panettoni Martesana solamente se passano il vaglio di Enzo Santoro e del laboratorio che con cura e attenzione selezionano manualmente ogni frutto, ogni seme, ogni marmellata. Le creme sono ovviamente preparate in loco, seguendo le regole della grande pasticceria artigianale italiana.

L’eccellenza dei panettoni di Pasticceria Martesana risiede anche nell’esperienza del pasticciere nell’impastare e seguire la lievitazione, nell’arte di calibrare l’impasto, la sapienza nel dosare la sua umidità, calmierarne la cottura, cogliere la fine del ciclo di preparazione al momento giusto…Un’arte complessa, perché ci vuole insieme pazienza e velocità, precisione e cultura.

 

Panettoni di Natale 2018

Tradizionale. Il dolce milanese più iconico in assoluto, il panettone come da tradizione meneghina nella versione di Pasticceria Martesana. Uvette grandi e profumatissimi canditi di arancia, burro freschissimo, miele e lievito madre “made by Enzo” sono gli ingredienti necessari per creare un’opera d’arte lievitata. La bontà del panettone Martesana si riconosce a prima vista grazie al profumo che sprigiona ricco di aromi di agrumi e burro di prima scelta. Dolcissimo anche nella versione “glassato da l’Enzo”: ricoperto da glassa zucchero e mandorle.

 

Rustico. Una delle novità di Natale 2018 di casa Martesana è il Panettone Rustico, lievitato con farina integrale che gli conferisce un caratteristico colore più intenso. L’eleganza dei cristalli di zucchero sulla superficie, culmina con la sorpresa cremosa della confettura di lamponi e dei frutti di bosco semi canditi all’interno.

 

Panettone Strudel. Torna uno dei grandi successi dello scorso Natale, il Panettone Strudel, nato quasi per gioco nei laboratori durante la colazione dei pasticceri di Martesana con i fagottini strudel. Gli agrumi canditi sono stati sostituiti con la mela candita aromatizzata alla cannella e da uvetta immersa nel marsala per ammorbidirla. Il marsala, oltre a donare profumo, aiuta anche nella lievitazione essendo un alcolico. Infine i pinoli per completare il richiamo allo strudel. A differenza del Panettone Classico, la colorazione del Panettone Strudel all’interno è un po’ più scura vista la presenza della cannella che, una volta aperto il panettone, sprigiona un profumo intenso e generoso. In superficie viene aggiunta la glassa con mandorle grezze, zucchero e albume per donare croccantezza.

 

Panetun de l’Enzo. E’ uno dei lievitati più apprezzati di Martesana, il panettone creato firmato Enzo Santoro con la famosa farcitura al cioccolato e albicocche in confettura e candite. L’idea di questo panettone nasce da un viaggio in Austria che ha fatto innamorare Enzo Santoro della Sacher. A conferma di questo richiamo al dolce austriaco, la cima del panettone è ricoperta da uno spesso strato di cioccolato fondente di prima qualità.

 

Panettone Gianduia e Mandarino. Una delle novità 2018 più attese, perchè unisce la fragranza del panettone di Martesana ad alcuni tra i sapori apparentemente in contrasto, che ricordano Natale in diverse regioni d’Italia : il Gianduia e il Mandarino. Il frutto invernale per eccellenza si trova all’interno in confettura e in quadratini semi canditi mentre il gusto del gianduia sorprende nel cuore del lievitato con cremosi piccoli pezzi.

 

Il Panettone con Marrons Glacés. Il dolce che celebra l’incontro tra autunno e inverno, racchiude morbidissimi pezzi di marron glacés nel soffice lievitato, cavallo di battaglia di Pasticceria Martesana.

I panettoni Martesana costano 34€ al kg nella versione tradizionale, 38€ al kg tutti gli altri.

 

Oltre il panettone

L’Albero Gastronomico. Il tradizionale panettone gastronomico viene rivisitato da Alessandro Comaschi che gli dona un “taglio nuovo” richiamando la sagoma del tipico abete natalizio. Il pane utilizzato non è cotto in compressione e garantisce una morbidezza unica, ideale per catturare i sapori della ricca farcitura mista di salmone, gamberetti, lombo, prosciutto cotto, salame, prosciutto crudo e patè d’oca. Proposto in misura unica, l’albero gastronomico costa 75 € e su richiesta è possibile averne la versione solo pesce o solo salumi.

 

Tronchetto Natalizio. Non è Natale senza il Tronchetto. Nella versione Martesana, il Tronchetto viene rivisitato con mousse al cioccolato fondente e bavarese di nocciola e caramello.

 

 

www.martesanamilano.com

 

Aperto tutti i giorni.

Orari:

Cagliero 7,30/20,30;

Sarpi 7,30/20,00;

Agostino 7,30/20,00 (martedì e sabato dalle 6:30)