LO “SWING” DEL BISTROT DEL MARE BY CERA

Lo chef bistellato della Antica Osteria Cera di Campagna Lupia è approdato sul Lido di Venezia con Bistrot del Mare by Cera. E nelle cucine dell’Hotel Excelsior compone i suoi piatti migliori e improvvisa, come un musicista jazz, assoli vertiginosi sulla base del pescato del giorno.

Lionello Cera

Puro swing, insomma. Grazie al ritmo perfetto del servizio, degli accordi dei sapori, delle note di ogni singolo ingrediente. Le cene al Bistrot sono concerti di un cuoco fuoriclasse con la sua fedele brigata. Eccellente è anche la pasticceria curata da Luca Ferrari. E così la cena si apre e si chiude come un piccolo capolavoro degli anni d’oro del Jazz. Ascoltate per esempio Homegrown con Harry “Sweets” Edison alla tromba e Count Basie al piano, chiudete gli occhi e provate a immaginare qualcosa di simile nel piatto con il miglior pescato una portata dietro l’altra. E nel finale l’indimenticabile Sfoglia con crema di mascarpone e fragole.

Spaghettino Freddo (Photo credits Tobia Berti)

Standard e improvvisazioni. Appunto. I classici e immancabili cicchetti della serenissima per aperitivo. Due antipasti gustosi quale l’ormai iconico Spaghettino Freddo (con aglio, olio, peperoncino, salsa di zottoli e gambero rosso al lime) e il nostro preferito Brodo Freddo di Canocchie (con vongole, gambero rosa, erbe e verdure di Sant’Eremo), un piatto trait d’union tra avanguardia e tradizione.

Brodo Freddo di Canocchie

Ma il concerto prosegue. Bistrot del Mare, capiamo, non è un nome scelto a caso. Ecco allora che la brigata attacca un altro “pezzo” davvero spiazzante. Ricciola alla brace (con patata e salsa di cozze al fumo). Un’esecuzione magistrale. La cottura, senza esagerare, è perfetta. Tutto per la verità è perfetto.

Ricciola alla brace

Risotto di Gò e limone

Tortelli al parmigiano (Photo credits Tobia Berti)

Durante la nostra degustazione seguono, quindi, altri due brani notevoli. In sostanza due standard, il Risotto di Gò e limone e i Tortelli al parmigiano (con succo di pomodoro e basilico). Semplici e insieme super complicati. Da ultimo, prima della Sfoglia di Ferrari, una jam session formidabile. Dal Mercato è il nome del piatto che cambia ogni giorno a seconda del miglior pescato. Ed ecco per noi nel piatto come sul palco, Pesce Soaso con salsa di cappelunghe al prezzemolo. After dinner: sulle note di Switch Time di Count Basie e la sua orchestra. Da non perdere al Blue Bar il Martini Atomizer di Tony Micelotta.

 

hotelexcelsiorvenezia.com

osteriacera.it