MARCO FAILLA, IL LEONARDO DA VINCI DELLA PASTICCERIA

Lo scorso 13 febbraio, nella suggestiva location di Villa Necchi Campiglio, il Food Stylist e Dessert Designer Marco Failla ha presentato le sue nuove creazioni, tre dolci dal gusto squisito e dall’estetica inimitabile, abbinate ad altrettante essenze, elaborate partendo dai profumi e dai frutti della sua terra natìa: la Sicilia.
Failla è un giovane artigiano del gusto: classe 1985, studente di medicina ad un passo dalla laurea, ha un’anima profondamente curiosa, volitiva, eclettica, ma soprattutto geniale; le sue creazioni infatti sono estremamente sofisticate nell’aspetto, tanto da potersi definire delle vere e proprie opere d’arte (probabilmente anche per questo Chiara Ferragni e la cantante britannica Leona Lewis lo hanno scelto come designer della loro personale wedding cake) ma altrettanto semplici nel gusto.

Failla pone alla base dei suoi dolci ingredienti freschi e genuini (bergamotto, cedro, pistacchio, cioccolato, passito di Noto) che gli ricordano la cucina delle nonne che frequentava da piccolo, rielaborandoli con creatività, gusto per l’estetica e genialità di un artista Rinascimentale.
Durante l’evento, in anteprima nazionale, il cake designer ha presentato le sue prime Love Potion, tre essenze abbinate a tre diversi dolci: la Love potion n. 3 è caratterizzata dal profumo della campagna che si respira nell’entroterra siciliano durante la stagione autunnale: è quindi un tripudio di profumi e frutti della terra come il delicato sentore di mandarino e bergamotto, accompagnati dal deciso profumo della corteccia di cedro. Questa Potion è legata ad un dolce denominato “Un pomeriggio in campagna”, che traduce in gusto e sapore le sensazioni e gli odori di quei pomeriggi che Marco passava con i nonni, appena ritornato da scuola: passito di Noto, pere, mascarpone, zucchero e cioccolato.

 

“15 luglio” è invece il nome del dolce che accompagna la Love Potion n 9: come si evince dal titolo, è un dolce che vuole omaggiare Santa Rosalia protettrice di Palermo; l’idea della Santa evoca sentimenti di devozione, coraggio ed indipendenza, tutte caratteristiche che troviamo negli ingredienti che vanno a creare il dessert: essenza di arancia, limone, bergamotto, le stesse che con l’aggiunta di delicata acqua di rose, compongono il profumo numero 9.

Infine la Love Potion 23: il profumo più romantico e deciso fra quelli proposti si va a legare al dessert denominato “La Testa del Moro”: la leggenda che avvolge queste due creazioni narra di un uomo che approdato via mare in Sicilia e si innamora di una ragazza che sta preparando una torta al cioccolato; per dichiararle il suo amore, l’uomo (il Moro), le regala un preziosissimo scrigno verde (il pistacchio di Bronte) e così nasce il matrimonio più indissolubile di tutti, ovvero quello tra il browines al cioccolato ed il gelato al Pistacchio, suggellato da un elegantissimo corallo di sale. La pozione legata a questo dolce ricorda in modo piuttosto intenso l’essenza di cioccolato e vaniglia, opposti che si attraggono per antonomasia.

Marco Failla, il cake designer autore di questo splendido percorso multisensoriale in cui vengono stimolati gusto, olfatto e memoria, ad un passo dalla laurea in medicina, può essere paragonato a Leonardo da Vinci per almeno due motivi: come lui è geniale, e questo lo conferma la sua invidiabile versatilità intellettuale che lo fa passare da un libro di medicina all’architettura di un dessert con la stessa velocità con cui Leonardo passava dall’invenzione di una nuova macchina all’inizio di un nuovo dipinto. Il secondo motivo è che le sue torte ed i suoi dolci sono opere d’arte rinascimentale, e per capire il parallelismo basta guardare una sua creazione: non opere di arte contemporanea dove prevale il concettualismo, non opere moderne dove prevale il sentimento, non opere barocche dove prevale il virtuosismo, ma opere dove questi tre elementi si allineano perfettamente, creando un equilibrio estetico (e di gusto) pari a nessun altro.
Complice il grande successo che sta meritatamente riscuotendo per la sua estrosa proposta, Failla aprirà presto una Haus alle porte di Milano (Cornaredo per la precisione) dove avrà un laboratorio di pasticceria tutto suo, e dove ospiterà show-cooking ed eventi in collaborazione anche con altri professionisti.
E noi non vediamo l’ora di scoprire questa fantastica location dove arte, genialità e gusto si incontrano.

 

marcofailla.com