JAMES’ TASTING: GRECHETTO 2017 DI FILIPPO

Siamo in Umbria, in un incrocio di bellezze naturalistiche e artistiche difficile da immaginare. E’ proprio qui che l’Azienda Di Filippo opera, una vera isola di virtù tra Montefalco, Torgiano e Assisi. Siamo anche nella terra del Sagrantino, l’erculeo emblema di Montefalco. In questo James’ Tasting, però, andiamo a indagare un vino bianco, da sole uve Grechetto, un’etichetta che ci consente di analizzare due aspetti importanti. Il primo riguarda proprio questo vitigno, per anni vituperato da produzioni di massa e di scarso interesse, ma che invece ha importanti potenzialità e il Grechetto di Roberto Di Filippo lo dimostra ampiamente. Il secondo aspetto è proprio lui, Roberto, che assieme alla sua Emma, vive e lavora per le sue vigne. La Cantina Di Filippo è diventata sinonimo del biologico e del biodinamico in Umbria e per fortuna non per scelte di marketing, ma per profonda convinzione in questi metodi produttivi. Che ai più, compreso il sottoscritto, potrebbe non significare nulla, se i risultati fossero vini scadenti e pieni di difetti. Rendere “perfettibile l’imperfetto” solo perché si inseguono valori cosiddetti “etici”, non mi ha mai convinto. Sono i risultati che parlano. E nel caso di Di Filippo i risultati sono quelli di vini di grande carattere e di straordinaria intensità, oltreché buonissimi. Magari vi capiterà di passare da queste parti e vedrete le “oche in vigna”, o “l’aratro trainato dai cavalli”: non è show, lui ci crede veramente e a chi sorride consigliamo di assaggiare i vini di Roberto.

 

JAMES’ TASTING

GRECHETTO 2016 DI FILIPPO

91/100

Il Grechetto, uno dei vitigni icona dell’Umbria. La versione di Roberto Di Filippo parla di fiori, profumati e delicati, di frutto, intenso e vigoroso. Al palato l’assaggio è dolce, ampio, vinoso, polposo e materico, piacevolissimo grazie allo spessore e alla morbidezza, che smorza elegantemente un’opulenza esuberante. Un vino vivido e luminoso, come la terra da cui nasce.

 

vinidifilippo.com