SPECIALE MIMMO PAONE

Mimmo Paone è una brillante realtà agricola nata nel 1991 a Messina, in località Torregrotta. Sugli scudi i vitigni tipici del territorio, coltivati in 70 ettari di vigna, tra i quali appezzamenti sia della Doc Messina che dei terroir della Malvasia delle Lipari e del Mamertino di Milazzo.

 

 

 

James’ Tasting

 CAPRICCIO 600 TERRE SICILIANE IGT 2016

 92/100

Il vino di punta dell’azienda è nato nel 2016 per festeggiare i 25 anni di attività. Selezione maniacale dei grappoli da un appezzamento nel comune di Condrò di uve autoctone messinesi. Insomma, il Dna del territorio. E il risultato si vede in questo splendido vino che ostenta immediatamente potenza ed eleganza all’aroma, un profumo scolpito, sinuoso, piacevolissimo. Nonostante la pesantezza indiscutibile del vetro della bottiglia, il vino è lieve, con accenni di erbe fini, incastonate su un substrato di frutto rosso di grande pulizia. Scorre fluido, morbido, rotondo, equilibrato, garantendo ad ogni sorso una eleganza perfetta.

 

James’ Tasting

FUNNARI 2015 NERO D’AVOLA TERRE SICILIANE IGT

91/100

Un Nero d’Avola in purezza che affina 12 mesi in botti di rovere di esemplare idealità. E’ sicuramente vigoroso all’aroma, esuberante e fruttato, ma non manca mai di farsi apprezzare per la sua franchezza e pulizia. Proprio quest’ultimo concetto ritorna dopo l’assaggio del Capriccio, denotando la qualità dello stile aziendale. Al palato il Funnari è pastoso, pieno, con un sapore di ciliegia iconico e, come c’era da aspettarsi, un equilibrio mirabile tra dolcezza e acidità.

 

 

James’ Tasting

PIETRAGREZZA NERO D’AVOLA SICILIA IGT 2018 MIMMO PAONE

91/100

Chiudiamo la degustazione delle etichette principali di Mimmo Paone con il Pietragrezza, un Nero d’Avola in purezza vinificato con metodi naturali e senza l’aggiunta di solfiti. E nonostante la tecnica produttiva anche qui troviamo grande pulizia. L’aroma si apre con profumi di viola e spezie, frutta rossa e pepe. Un aroma dinamico e cangiante, di notevole interesse e piacevolezza, che nel finale sfodera riflessi animali e di pelliccia. Al palato è fresco e fluido, ben equilibrato, con un tannino levigato di indubbia finezza.

 

 

 

paonevini.it