SORSI D’AUTORE, UN VIAGGIO TRA ARTE E CULTURA ENOLOGICA

Per rispondere alle esigenze sanitarie in corso Sorsi d’autore cambia veste e per quest’anno diventa una serie podcast. Uno strumento sempre più diffuso e apprezzato che è capace di toccare il cuore e l’anima dell’ascoltatore. Sorsi d’autore podcast non rinuncia tuttavia agli “ingredienti” che la caratterizzano da oltre vent’anni: una rassegna itinerante di eventi con ospiti, visite guidate e degustazioni nelle Ville Venete.

Un viaggio in quattro puntate che verranno pubblicate dal 22 luglio al 12 agosto sulle principali piattaforme di ascolto (Spotify, Apple Podcast, Google Podcast) e fondazioneaida.it.

Questo viaggio sarà condotto da Luca Telese, ambasciatore della kermesse da diversi anni. A fargli da braccio destro un insolito personaggio, una mosca interpretata dall’attore Paolo Rozzi. Grazie ai suoi superpoteri visivi, la mosca Rozzi sarà lo sguardo dell’ascoltatore e, tra racconti, aneddoti e stranezze, verrà condotto nel meraviglioso mondo della Civiltà delle Ville Venete, fucina creativa e produttiva, tassello fondamentale che compone il nostro terroir e, più in generale, l’Italian Style che Regione Veneto promuove, ancora una volta, attraverso questa versione covid free di Sorsi d’autore.

All’iniziativa organizzata da Fondazione Aida partecipano anche: Lodo Guenzi, frontman de Lo Stato Sociale, Ema Stokholma, amatissima dj e conduttrice radiofonica, Gianrico Carofiglio, magistrato e scrittore di successo, e Braam Steyn, leone del Benetton Treviso. Si aggiunge anche il contributo di carattere prettamente enologico ed enogastronomico di Michael Flanigam, sommelier Ais Veneto, nelle vesti di Bacco e Messer Cantinaio.

Quest’anno abbiamo scelto di convertire Sorsi d’autore” spiega Meri Malaguti di Fondazione Aida “in una serie di podcast per adeguarci alla normativa vigente e perché il canale audio, meglio, il canale voce, risulta tra i più coinvolgenti anche da un punto di vista sensoriale”.

Inaugura la serie Lodo Guenzi, front man de Lo Stato Sociale. La puntata sarà ambientata in Villa Badoer di Fratta Polesine (RO), ed è stata rilasciata il 22 luglio. Con Lodo si è parlato di Andrea Palladio e i Badoer ma soprattutto di Sesso, droga e lavorare, (Il Saggiatore) l’autobiografia del nostro tempo, un romanzo di formazione scritto dal gruppo che più ha saputo dare voce alle speranze e alle delusioni di un’intera generazione.

Villa Cordellina

Seguirà il 29 luglio la puntata in Villa Cordellina Lombardi di Montecchio Maggiore (VI). Protagonista oltre agli affreschi di Giambattista Tiepolo, di cui quest’anno ricorrono i duecentocinquanta anni dalla morte, le vicende in villa di Carlo Cordellina, abile avvocato che ha perso una sola causa con Carlo Goldoni, è Braam Steyn, leone del Benetton Treviso che ci racconterà del suo passato di atleta, poi convertito al rugby, ma anche delle sue preferenze enologiche tra vini sudafricani, il suo paese d’origine, e i veneti.

E’ ricca di misteri Villa Contarini di Piazzola sul Brenta (PD), terza tappa di questo viaggio condotto da Luca Telese e dalla “mosca” Rozzi, così come sono spesso i romanzi gialli e noir di Gianrico Carofiglio. Dedicati ai misteri della dimora voluta da Marco Contarini e all’ultimo romanzo dello scrittore magistrato sarà la puntata che verrà rilasciata 5 agosto, sempre alle 18.00.

Questo viaggio si concluderà il 12 agosto a Mira in Villa Venier Contarini con l’intervento di Ema Stokholma, amata dj e conduttrice di Radioi2 e Rai4 nella giuria del Premio Sanremo Giovani e recentemente anche autrice dell’autobiografia Per il tuo bene. Ema Stokholma racconta la sua esperienza individuale e insegna che dal dolore si può uscire, che si può cambiare, che il lieto fine è possibile.

 

 

fondazioneaida.it