Donna Ida, la raffinata suggestione di Poderi Luigi Einaudi

Luigi Einaudi, tra i padri fondatori della Repubblica, fu il primo Presidente democraticamente eletto della Repubblica Italiana. Al suo fianco ebbe la Contessa veronese Ida Pellegrini, ovvero Donna Ida come la chiamavano affettuosamente gli italiani, salita agli onori delle cronache per la sua eleganza sobria, le sue mise raffinate e i fili di perle, che fecero stile, indossati con discrezione quando accompagnava il marito nelle occasioni ufficiali.

A lei Poderi Luigi Einaudi, storica cantina del Presidente vigneron, oggi gestita dal pronipote Matteo Sardagna Einaudi, ha dedicato un’etichetta che rispecchia l’essenza dei vini che lei tanto amava: un bianco elegante, perfetto per le giornate d’estate, il Langhe DOC Donna Ida, fresco e profumato assemblaggio di Chardonnay (40%), Sauvignon Blanc (30%) e Pinot Grigio (30%): affinato in e per alcuni mesi in bottiglia, ha un finale sapido e minerale. Produzione di nicchia, solo 5000 bottiglie, per la prima annata prodotta nel 2016.