LIVON: GRANDI NOVITA’ A VINITALY 2018

L’Azienda Livon sarà presente a Vinitaly 2018 (PAD 6 – STAND B/8) con molte novità in anteprima, a cominciare dalla nuova veste per i vini bianchi del Collio: la nuova annata 2017 si presenterà a Verona con un restyling dell’etichetta raffigurante la Donna di Ertè e la nuova bottiglia borgognotta alta.

Altra novità la degustazione in anteprima del Chianti Classico Gran Selezione I Salci 2015, etichetta di punta dell’azienda toscana dei Livon, Borgo Salcetino, di cui sono state prodotte solo 5.330 bottiglie da uve Sangiovese e Canaiolo.

Dalla Toscana all’Umbria, in un’altra azienda di proprietà, Fattoria Colsanto. Qui la novità è l’esordio di un bianco nella terra del Sagrantino: il Cantaluce 2017 è una novità assoluta, la prima vendemmia di un vino prodotto con uve autoctone di Trebbiano Spoletino.

Il Cantaluce è l’ennesimo tassello che la Famiglia Livon ha voluto aggiungere al suo progetto, tutto incentrato nella produzione di vini che siano rappresentativi di ciascun territorio e vigneto di provenienza, al fine di esaltare le caratteristiche peculiari delle tre regioni in cui opera.

E l’esordio di un vino bianco in una terra celebre per i rossi desta molta curiosità, data la proverbiale maestria dei Livon nella produzione di grandi bianchi nella loro terra d’origine, il Friuli. Il Trebbiano Spoletino, d’altronde, si è ritagliato a Montefalco un ruolo di primissimo piano, conquistando i consumatori per la sua forte identità e originale complessità. Potenzialmente, quindi, un grande vino bianco, anche se non mancherà nell’Umbria dei Livon un’altra grande novità sul versante “rosso”. Il Montarone 2012 Selezione Sagrantino, infatti, è la Riserva delle Riserve di Sagrantino prodotta a Fattoria Colsanto e sarà presentata in degustazione ai professionisti di settore e agli addetti della carta stampata per la prima volta.

www.livon.it