GH PORTOVENERE, ELEGANZA LUXURY DI LEVANTE

A quelli che giungono dal mare appare nel lido il porto di Venere e qui – nei colli che ammanta l’ulivo è fama che anche Minerva scordasse per tanta dolcezza Atene – sua patria…”. Scrive il Petrarca nel 1338, elogiando Portovenere. Dante, parla di questi luoghi nell’Inferno e nel Purgatorio nella Divina Commedia; e Boccaccio li menziona in una novella.

Da sempre i più grandi poeti, scrittori e artisti, soggiornano nel Golfo dei poeti. Luoghi incantevoli resi immortali da Byron, Shelley, James, Dickens, Sand, che hanno stimolato le liriche e gli scritti di D’Annunzio, Montale, Marinetti e tantissimi altri, divenendo fonte di ispirazione per il mondo dell’arte, fin dal Rinascimento. Botticelli, proprio a Fezzano, frazione di Portovenere, conobbe la bellissima Simonetta Cattaneo Vespucci, ripresa anche nella recente serie televisiva “I Medici”, facendone la sua musa ispiratrice e immortalandola nella Venere del Botticelli, insieme ai contorni inconfondibili della costa di Levante.

Un motivo in più per progettare un week end a Portovenere, deliziosa località che delimita il Golfo dei poeti dalle Cinqueterre, suggestivo borgo marinaro rimasto in questi secoli pressoché immutato. Una buona occasione per scoprire la quintessenza dell’ospitalità del Grand Hotel Portovenere e vivere il territorio e le sue tradizioni in un soggiorno all’insegna del relax, della storia e dell’enogastronomia.

Il confort e l’eleganza dello stupendo resort a picco sul mare, si aggiungono alle bellezze che madre natura ha conferito a questo tratto di costa fortemente seduttivo, punteggiato da piccole case color pastello, spiagge incontaminate, chiese e castelli. E dopo il conferimento della quinta stella avvenuto in aprile 2018, che ha portato l’esclusivo hotel ad essere l’unico five star della provincia spezzina, si è alzato ancora il livello di up grade riservato agli ospiti, che oltre al parcheggio sotterraneo riservato, una vera rarità nella piccolissima località di mare, possono godere di tutti i servizi di alta categoria.

Nato sulle spoglie di un antico convento all’ingresso di Portovenere, che guarda all’Isola Palmaria, l’albergo è stato ristrutturato e riaperto cinque anni fa dalla famiglia Paletti e ora coglie questo importante traguardo, che lo pone fra le eccellenze luxury della Riviera di Levante.

50 camere eleganti, spaziose, confortevoli e luminose, arredate con gusto raffinato, nelle tonalità naturali del sabbia e dell’azzurro, dotate di terrazzi e balconi, a cui si aggiunge l’esclusiva suite del Castello, sorta nella parte più antica dell’edificio, un tempo occupata dalla cappella del convento, dotata di terrazza panoramica con vista sulla baia.

Con 700 residenti e oltre 15.000 presenze giornaliere, Portovenere rappresenta dopo Roma, Venezia e Firenze, la quarta destinazione italiana preferita dal turismo internazionale” ci racconta il direttore Antonio Polesel, figlio d’arte, con esperienze di rilievo internazionale in hotel luxury di pregio, alla guida del Grand Hotel da cinque stagioni.

Al Grand Hotel arriva un turismo colto e curioso, che ama profondamente l’Italia e il Levante, e ci sceglie per l’accomodation di qualità, l’elevato standard dei servizi, e la straordinaria posizione. Sessanta dipendenti, coordinati dai responsabili dei reparti, tutti di lunga esperienza, sono impegnati otto mesi all’anno, per garantire un servizio attento e accurato, che si prende cura dell’ospite da quando entra, a quando lascia l’hotel” conclude Polesel.

Al Palmaria Restaurant, si gode una delle migliori viste di Portovenere e ci si lascia cullare dalla cucina e dall’estro di Francesco Parravicini, chef con esperienze all’Hotel Principe di Savoia di Milano, al Grand Hotel di Rimini, all’Harry’s Bar di Londra, che insieme a uno staff giovane e determinato, prepara un break fast ricco e sfizioso, dove scoprire specialità dolci e salate internazionali e locali. Mentre una vivace attività di eventi e degustazioni offre ai gourmet e agli enoturisti la possibilità di conoscere le eccellenze enogastronomiche italiane e locali.

Lo chef ispira una carta profondamente legata al territorio e a tutte le sue più significative tradizioni gastronomiche, ma guarda anche alla cucina regionale italiana e ai piatti che l’hanno resa famosa nel mondo, rifacendosi all’epoca del “Grand Tour”, quando i giovani abbienti arrivavano in Italia da tutta Europa, per scoprire l’arte e la cultura.

Piatti come le tagliatelle, le trofie, il vitello tonnato, la scaloppina e la parmigiana si alternano a tartare di gamberi rossi con burratina e sedani, a gallinella di mare alle cipolle, a tartare di manzo e muscoli con cetriolo marinato, senza dimenticare proposte per celiaci e vegetariani.

 

Il bar Venus, sotto le suggestive volte in pietra, aperto a tutte le ore, rappresenta oramai una meta consolidata dell’aperitivo, con cocktail e long drink, classici e creativi, preparati a regola d’arte dai bartender, che possono contare su una scelta importante di distillati premium e una particolare selezione di liquori locali, come Essentiae della famiglia Bosoni di Castelnuovo Magra (SP), una linea di ricette del passato, riportate in auge con successo.

 

Un soggiorno di altissimo livello, reso vivace dai diversi itinerari pensati dal marketing dell’hotel, opportunità imperdibili per vivere profondamente il territorio visitando le caratteristiche località attigue, a partire dalla vicina Isola Palmaria, incontrando i mitilicoltori con escursioni in battello dedicate, facendo la conoscenza della famosa ostrica spezzina, vera prelibatezza locale, ma anche lasciandosi guidare alla scoperta delle vigne eroiche del Levante, della Riviera spezzina, delle Cinque Terre, fino alla Val di Vara e alla Val di Magra, o partecipando ai più attesi appuntamenti della zona, come il Palio del Golfo (una storica gara di remi fra le 13 borgate del Golfo), la Coppa Byron (una competizione di nuoto in mare aperto) e la suggestiva Festa di San Venerio, patrono del Golfo.

 

Photo credits Stefano Scatà

 

 

Grand Hotel Portovenere

Via Giuseppe Garibaldi 5

Portovenere (SP)

www.portoveneregrand.com