GLAMPING, VACANZA “EN PLEIN AIR”

É sempre più diffuso anche in Italia il glamping, un tipo di vacanza che è nata qualche anno fa in Australia e che, se è all’insegna della natura e della sostenibilità ambientale come quella in camping, non manca di tutto il confort e la funzionalità di un soggiorno in un hotel glamour.

Finlandia

Ed è proprio dall’unione di queste due parole – camping e glamour – che nasce il glamping, inizialmente ispirato dai grandi spazi aperti e incontaminati come l’outback australiano o la savana africana o, ancora, le grandi distese mongole, oggi esportato in tutto il mondo, persino nelle grandi città, dove è diventato un’alternativa all’hotel in muratura. Ha fatto notizia, l’anno scorso, la scelta del principe Harry e di sua moglie Megan di trascorrere una parte del loro viaggio di nozze in glamping appunto, immersi nella natura selvaggia della Namibia, lontano dai riflettori, non rinunciando però alle comodità che si addicono a una famiglia reale.

Da noi in Italia, nuovi glamping sono sorti, dal nord al sud del paese, ma sempre più anche i camping tradizionali hanno preso ad affiancare agli spazi per tende, roulotte e camper, lodge tent e mobile home accoglienti e attrezzate, immerse nella natura e connesse a servizi di alto livello, dalla ristorazione al fitness al benessere. É questa, dunque, a quanto pare, la nuova frontiera della vacanza “en plein air”.

Il costo? Ovviamente più alto del classico campeggio, non sempre più basso dell’hotel di lusso. Dipende dai servizi offerti e dall’esclusività della location.

Africa, Sanctuary Baines Camp

Studi di settore dimostrano che la domanda di vacanze glamping è, ormai, inversamente proporzionale a quella del campeggio classico, che nell’immaginario collettivo è associato all’idea di una vacanza spartana. Evidentemente, il glamping ha saputo coinvolgere sempre più viaggiatori che non avrebbero mai preso in considerazione l’idea di una vacanza in campeggio.

Un altro dei vantaggi del glamping è che ti dà l’illusione di essere in posti esotici, vivendo una vita del tutto diversa da quella a cui si torna, invece, una volta finita la vacanza. Gli alloggi glamping, infatti, s’ispirano alle yurte asiatiche o alle capanne, ai tepee indiani o alle tende safari africane. O ancora alle casette di legno sugli alberi, alle bolle trasparenti, agli igloo. Hanno un arredamento esotico e ricercato, in cui niente è lasciato al caso. I materiali utilizzati sono sempre più spesso sostenibili e attenti a mimetizzarsi al meglio nell’ambiente circostante, grazie anche a un design raffinato, capace di racchiudere con classe tutto ciò che serve in un piccolo spazio.

Australia, Longitude 131

Qualche esempio di glamping in giro per il mondo? In Australia, uno dei più suggestivi è sicuramente il Longitude 131, all’interno dell’Uluru-Kata Tjuta National Park, con vista sul monolite sacro degli aborigeni. Un’esperienza da provare è poi quella del Kooljaman Camp, a Cape Leveque, nel Kimberley, gestito direttamente dalle locali comunità aborigene che fanno vivere agli ospiti una vacanza all’insegna delle loro antiche tradizioni.

Africa, Damaraland

Se ci spostiamo in Africa, troviamo l’esclusivo Damaraland, nel deserto del Namib, creato appositamente dal tour operator Il Diamante per una clientela esclusiva, o il Sanctuary Baines’ Camp, in Botswana, sul delta del fiume Okavango, dove è possibile godersi la magnifica natura circostante e passeggiare con gli elefanti. Infinite le soluzioni glamping proposte nel continente americano, dalla Patagonia al Canada, così come in Asia, meta esotica per eccellenza.

Europing Camping Village, Tarquinia

Spostandoci, quindi, in Europa, possiamo spaziare dai paesi del Mediterraneo, Italia compresa, fino al nord, dove il freddo non è un limite al soggiorno in strutture riscaldate e accoglienti. In Francia, ad esempio, troviamo il Camping Nature Parc L’Ardéchois con il suo campcooning (dall’unione di camping e cocooning, ovvero la tendenza a fare della propria abitazione un guscio confortevole e protettivo, dove rilassarsi e sentirsi al sicuro). Altre esperienze glampling si possono fare in Finlandia, tra neve e aurora boreale o nella verde Slovenia, tanto per fare qualche esempio.

Residence Il Borgo delle arti, Verbania

In Italia, infine, segnaliamo il Residence Il Borgo delle arti, struttura di recente realizzazione a Verbania, sul Lago Maggiore, dotata di 26 mobile home Il Borgo di CrippaConcept, la più importante azienda italiana di strutture per vacanze en plein air, pioniera del glamping nel nostro paese o l’Europing Camping Village, quattro stelle a Tarquinia, dove la novità è la mobile home Hemingway sempre di CrippaConcept, ispirata alle atmosfere de Il vecchio e il mare.

 

crippaconcept.com

 

Cover: Australia, Kooljaman