LE MASSIF, “AI PIEDI” DEL MONTE BIANCO

Il fascino dell’alpinismo eroico e delle imprese di uomini straordinari che tentavano con attrezzature primordiali la conquista di cime inviolate, si schiude a chi visita il Museo Duca d’Abruzzi di Courmayeur. Due secoli di storia dell’alpinismo raccontati in un avvincente percorso denso di documenti, oggetti d’epoca e un ricco impianto iconografico che riporta al 1786, quando l’esploratore naturalista francese Horace-Bénédict de Saussure grazie a un’esperta guida di Pre St. Didier, conquistava dal lato francese i 4800 mt. del Monte Bianco, la cima più elevata d’Europa.

Una data che viene fatta coincidere con la nascita dell’Alpinismo e riporta ai successi e alle spettacolari ascensioni dell’associazione Guide Courmayeur, la più antica d’Italia.

Un soggiorno qui non può prescindere dal vivere profondamente la natura, i paesaggi e le cime che circondano la cittadina valdostana considerata tra le capitali dell’alpinismo. D’estate ci si lascia trasportare dalla fitta rete di sentieri che solcano la Val Veny e conducono al Colle Gran Ferret, al Lac du Miage, al Rifugio Bonatti, per godere di giornate piene, da trascorrere alla scoperta della storia e della cultura della valle. D’inverno ci sono oltre 50 chilometri di piste da sci che con la limitrofa La Thuile diventano 200, per tutti i livelli di preparazione con impianti di risalita all’avanguardia e la spettacolare funivia Skyway, una delle più suggestive al mondo, che porta a Punta Helbronner a 3.500 mt.

La Loge du Massif

Nell’offerta alberghiera di livello della cittadina valdostana, spicca in posizione centralissima il nuovo Hotel Le Massif (in francese Il Massiccio) di proprietà del Gruppo IHC, Italian Hospitality Collection, inaugurato dopo un lungo restauro nel dicembre 2008 dove aveva sede il mitico Hotel Majestic. Un albergo cinque  stelle lusso di grande suggestione, edificato in modo ecosostenibile con utilizzo di energie rinnovabili, impiego di legno, pietra e materiali naturali, aperto da dicembre ad aprile e da giugno a settembre, con 80 camere e suite, suddivise in cinque categorie superior, de luxe, junior suite, suite, oltre alle 4 stupende top suite dedicate alla memoria di scalatori famosi. Un gruppo di rilievo IHC, che comprende l’ammiraglia Chia Laguna, costituita da quattro strutture luxury a sud della Sardegna con oltre 400 camere e 1500 letti, insieme ad altre tre strutture in Toscana: Grotta Giusti a Monsummano, Bagni di Pisa a San Giuliano Terme e Fonteverde in Val d’Orcia, e nel 2018 una nuova sfida, la prima struttura in montagna del Gruppo IHC, Le Massif a Courmayeur.

Una location life style facilmente raggiungibile dalla clientela italiana e straniera, Ginevra a un’ora e mezza, Milano e Torino vicine, Lione che dista due ore dal tunnel del Bianco. Due stagionalità, una estiva e l’altra invernale, e una clientela eterogenea, coppie, famiglie, single, che vogliono prendersi alcuni giorni di relax e godere di scorci sull’arco alpino tra i più affascinanti, in un luogo pet-friendly, dove l’attenzione al dettaglio è al primo posto e i servizi offerti sono tra i più qualificati, anche per i più piccoli, con il servizio Babysitting, il Kids Club con menù speciale per bambini, attività, giochi, sport con personale qualificato e maestri di sci plurilingue.

La parte gastronomica ricopre un ruolo fondamentale nell’esperienza del resort, con due ristoranti e un bar fruibili anche dalla clientela esterna: uno è “Lo Chétif” con una cucina dall’impronta mediterranea e l’altro “La Steackhouse Cervo Rosso” con un grande braciere, mentre a mezzogiorno si può consumare uno sfizioso spuntino al bar del Gigante.

La Spa ha cinque cabine per trattamenti viso e corpo, rituali, pacchetti, una grande vasca idromassaggio interna esterna, sauna, bagno turco, zona relax e gym. Accanto all’hotel un elegante edificio residenziale con il medesimo mood di Le Massif e 22 appartamenti già venduti, che verranno consegnati a fine anno e consentiranno un ulteriore indotto. Ma Le Massif non è soltanto hotelerie, dispone anche di due strutture esterne, ‘la Loge du Massif’, un accogliente chalet in quota con il bar Pa-Ni-No dove gustare panini gourmet e un ristorante a due piani realizzato ristrutturando una vecchia tele cabina a Plan Checrouit sulle piste, con una delle più spettacolari terrazze panoramiche che spaziano sulla valle di Courmayeur. Il locale, raggiungibile con l’ovovia e la funivia, dispone di ski Room e ski Buttler in modo che gli ospiti ricevano tutto il materiale necessario a sciare direttamente negli armadietti, all’asciutto e alla giusta temperatura pronti per una nuova discesa, oltre a un miniclub dedicato ai bambini e alle dinner a tema per gli adulti.

Attività fra le più diverse animano la cittadina valdostana e i dintorni, d’inverno si può praticare sci, snowboard, nordic-walking, d’estate randonnée, bike, rafting, parasailing, o ricavarsi una mezza giornata per l’esperienza delle terme a Pre St. Didier, mentre a pochi chilometri ci sono Aosta con gli scavi romani, i castelli della Val d’Aosta, le cantine vitivinicole e numerosi eventi internazionali come l’Ultra Trailing del Monte Bianco, che ogni anno richiama oltre diecimila atleti da tutto il mondo.

D’inverno la prima clientela di Le Massif è inglese, russa e italiana, mentre d’estate è italiana e francofona, un indotto internazionale, incrementato anche dagli scandinavi e dagli ospiti d’oltreoceano, in particolare dopo l’ingresso nella prestigiosa Leading Hotel, che ha portato gli asiatici, dopo il consolidamento in Asia del brand Monte Bianco. La buona gestione del personale è un punto fermo in una struttura di questo livello, sono i collaboratori alla fine che devono infondere nell’ospite serenità e professionalità. Occorre mettere a fuoco gli obiettivi e trasmettere al team una visione, una strategia, un’organizzazione, chiara e precisa di quello che sarà la stagione. Ogni mattina c’è il morning meeting dove vengono affrontate le criticità che si sono avute il giorno prima, eventuali clienti VIP, il punto qualitativo, occorre mediare gli equilibri sociali offrendo un supporto a quella che è una grande famiglia, che per diversi mesi all’anno vive a stretto contatto.

 

lemassifcourmayeur.com