TURIN PALACE HOTEL, IL LUOGO DEL BENESSERE

Esiste un rapporto di forte identificazione tra il Turin Palace Hotel e Torino. Un legame che si stempera nella storia condivisa, nello stile, nel “sentire” comune e nell’approccio all’ospitalità.

Una corrispondenza che, sin dalla sua costruzione, nel 1872, ha permesso al Turin Palace Hotel di essere non solo spettatore, ma anche protagonista delle trasformazioni della città e dei suoi cambiamenti nel segno della cultura, della politica, dello spettacolo.

La facciata del Turin Palace Hotel

Teatro di incontri e confronti, le sue sale e le sue camere hanno visto sfilare alcuni dei principali interpreti dell’intellighenzia nazionale e internazionale che di questo luogo apprezzavano la discrezione, la riservatezza, la naturale eleganza. Tutti tratti che lo rendevano torinese nell’essenza. Ad innamorarsi della sua innata esclusività furono così Guglielmo Marconi come Arturo Toscanini, Pietro Mascagni come Maria Callas e Louis Armstrong. A cedere alla sua sabauda eleganza e all’accoglienza garbata e sobria non solo capi di stato e teste coronate – da Re Carlo Gustavo di Svezia alla Regina Elisabetta – ma anche artisti contemporanei come, tra gli altri, David Bowie e Sting, Liza Minelli, Madonna e Mike Jagger.

 

TRADIZIONE E CONTEMPORANEITÀ

Lounge

Da fine ‘800 ad oggi molta strada è stata fatta, molti gli ospiti ricevuti e le esperienze vissute che hanno portato la struttura a riaffacciarsi al panorama torinese con una immagine rinnovata ma sempre fedele a quell’imprinting di valore che ne costituiva le fondamenta. Dopo la chiusura nel 2007, il Turin Palace Hotel riapre le proprie sale a maggio del 2015 con una significativa ristrutturazione tesa a preservarne e conservarne i tratti salienti ma, contemporaneamente, ad attualizzarli. Il binomio tradizione/contemporaneità diventa la cifra che segna l’intera ristrutturazione che ha visto in prima linea Reale Immobili Spa, Società del gruppo Reale Mutua Assicurazioni proprietari della struttura, e la famiglia Marzot, già proprietaria degli Hotel Spadari e dell’Hotel Gran Duca di York a Milano.

Tenendo fede a queste premesse, la famiglia Marzot ha raccolto la sfida proponendosi di “far vivere all’ospite un’esperienza il più possibile aderente e coerente con lo spirito della città che tanto ha investito nel recupero della propria storia”.

 

FILOSOFIA E MOOD

La terrazza del Turin Palace Hotel

Oggi, come ieri, scegliere il Turin Palace Hotel significa dunque vivere Torino nella sua totalità, facendo propria una cultura del viaggio centrata sulla conoscenza e valorizzazione del territorio e tesa a creare esperienze personalizzate con unico protagonista il viaggiatore. La visione umanistica dell’uomo al “centro” diviene la chiave di lettura dell’ospitalità, ma anche la premessa da cui partire per creare ambienti dove sentirsi pienamente a proprio agio e per offrire esperienze capaci di rimanere impresse nella memoria. Unico l’obiettivo: rendere la permanenza coinvolgente.

 

ATTITUDINE ALL’ELEGANZA

Terrazza

Coerenza. Il restyling architettonico e le scelte di interior design del Turin Palace Hotel si mantengono fedeli ai valori di sobrietà, eleganza e raffinatezza che nei secoli hanno contraddistinto la struttura. Dagli arredi ai complementi passando per i cromatismi tutto è nel segno dell’unicità e dell’artigianalità con l’obiettivo di creare atmosfere accoglienti ed autentiche in cui sentirsi avvolti e confortati. Ogni sala, camera e spazio comune diventano parte di un mosaico che elegge il Déco ispirazione e pone l’accento sulla forza espressiva di opere di artisti torinesi come Pier Luigi Pusole, Daniele Galliano e Stefano Favarelli per rendersi contemporaneo, attuale.

Un’attualizzazione discreta e perfettamente compenetrata nello stile dell’Hotel che vede nell’ampia Scala Aulica degli anni ‘20/30 e nelle imponenti installazioni luminose in vetro soffiato a mano appositamente realizzate per la struttura alcuni dei propri emblemi.

Un’attualizzazione attenta e rispettosa degli spazi comuni (Lounge, Sala Mollino, Library) preservati nelle dimensioni rispetto agli originari ma conformati agli standard tecnologici più moderni per garantire il miglior comfort acustico ed ambientale oltre alla piena vivibilità.

Les petites Madeleines

Un’attualizzazione sensibile alle esigenze dell’ospite moderno, come confermano nuovi spazi emozionali dedicati alla cultura del gusto (Les petites Madeleines), alla celebrazione dell’ozio (La Spa) e alla contemplazione rilassata affidata alla suggestiva Terrazza attrezzata da dove Torino è a portata di sguardo.

Un’attualizzazione funzionale alle richieste di interlocutori business, grazie alla disponibilità di ambienti vocati ai meeting (Sala Mollino, Sala Macario e Sala Farassino) che, senza rinunciare all’appeal estetico assicurato dalle architetture e dai dettagli interior, mettono a disposizione soluzioni tecnologiche performanti.

 

GLI SPAZI COMUNI

Lounge

Dallo spazio di Ricevimento alla grande sala adibita a Lounge, dalla Sala Mollino sino alla Library, dove concedersi pause relax nel segno della massima privacy e del silenzio, gli spazi comuni del Turin Palace Hotel si conformano ai diktat della valorizzazione delle architetture, dell’attenzione per i dettagli, del culto per la rilassatezza e della promozione della privacy.

Ricevimento. Uno spazio funzionale, luminoso, accogliente: il Turin Palace Hotel dichiara la propria filosofia di ospitalità sin dall’area ricevimento che esprime in pillole lo stile dell’intera struttura. Sobria ricercatezza degli arredi, attenzione alla commistione di materiali e colori, amore per l’arte affidata ad alcune opere di Pierluigi Pusole che suggeriscono viaggi interpretativi tra visionarietà e concretezza.

Lounge. Pavimento a larghe doghe in legno finito a cera, comode sedute in velluto, tavolini d’appoggio di esclusiva realizzazione artigianale, alle pareti opere d’arte contemporanea di Stefano Faravelli definiscono lo spazio Lounge che cattura lo sguardo sin dal suo ingresso.

A catalizzare l’attenzione è l’imponente installazione luminosa in vetro soffiato a mano appositamente realizzata per l’Hotel da mastri artigiani di Melogranoblu. Unico nel suo genere, per disegno e creazione, il lampadario a cascata veste la sala che, concepita su doppia altezza, è punto d’incontro per consumare un caffè, dedicarsi alla lettura ma anche concedersi divagazioni gourmet. In Lounge è possibile infatti attardarsi per consumare un light lunch o per concedersi un aperitivo servito all’American Bar che occhieggia, discreto, sul lato destro d’ingresso. Tra i cocktail classici della drink list anche 5 proposte elaborate stagionalmente dallo staff bartending del Turin Palace Hotel con l’obiettivo di coinvolgere l’ospite in un’esperienza del palato fortemente personalizzata.

Sala Mollino

Sala Mollino. Ricorda le grandi sale delle feste di memoria ottocentesca la Sala Mollino, riconoscibile per la storica volta a cupola ellittica, i soffitti alti oltre 7 metri, le sospensioni luminose in vetro soffiato a mano e le decorazioni serigrafate in oro della vetrata sul fondo, originali e restaurate, come il pregevole portale che ne segna l’ingresso. Questo spazio, ampio nelle dimensioni, romantico e raffinato nelle atmosfere e ricercato nei dettagli viene abitualmente destinato al breakfast ma, grazie alla sua capienza (120 posti c.c) può essere allestito per eventi prestigiosi o, all’occorrenza, meeting numerosi.

 

SPAZIO ALL’OZIO

Spa

Uno spazio riservato, intimo, a uso esclusivo degli ospiti dell’Hotel di cui condivide lo stile ricercato e la naturale attitudine al comfort. Un’area che ha fatto del wellbeing un’ispirazione e del wellness una vocazione: la SPA del Turin Palace Hotel è il luogo-non-luogo dove re-imparare a definire il tempo coltivando l’arte del relax ed ascoltando il silenzio. Vasche idromassaggio, percorso di Kneipp, docce sensoriali e Bio sauna, ma anche bagno di vapore invitano al recupero della tranquillità, mentre uno spazio palestra accoglie gli amanti del fitness. Esclusivamente su appuntamento sono sia i trattamenti dedicati al viso tesi alla rivitalizzazione “Rivitalizing”, “Hydra plus” e “Purifing alla vitamina C” e alla rigenerazione cutanea (“ANTI-AGE &lift), sia i massaggi come “Pure Relax”, “Power Tone Classic” e “DEA drenax – plus sale” focalizzati sul riequilibrio energetico, sul recupero della tonicità e sull’armonizzazione bioenergetica. Si propone, infine, di ribilanciare mente e corpo supportando il fluire dell’energia l’iconico “Turin Palace SPECIAL – Full body total relax”, 75 minuti di puro benessere.

 

SPAZIO AL RIPOSO

Suite

Massimo confort: questa la linea guida che contraddistingue le 127 camere del Turin Hotel Palace. Ampie nelle dimensioni che definiscono la zona notte, le sale da bagno e gli spazi per riporre abiti e valigie (cabine armadio o guardaroba generosi nelle ampiezze), le camere Classic (24 mq), Superior (30 mq) e De Luxe (38 mq) offrono soluzioni relax capaci di combinare comodità, ricercatezza estetica e gusto per i dettagli.

Un camera del Turin Palace Hotel

Specifica attenzione viene riservata sia ai nuclei con più di 3 persone, grazie alle ampie “Family room” (camere comunicanti che consentono di ospitare sino ad 8 persone) o alle stanze triple/ quadruple, sia a chi è alla ricerca di soluzioni “Special”, uniche per posizione – regalano una suggestiva panoramica su Torino – e per commodities come gli ampi terrazzi attrezzati e vivibili.

Suite

Di prestigio la Presidential Suite con doppio bagno, ampia zona notte e area living con divani e poltrone. Per favorire il miglior risposo ogni camera può contare sul controllo autonomo della temperatura (sia riscaldamento sia condizionamento attivi tutto l’anno) e sulla massima insonorizzazione.

 

LA 403, UNA CAMERA A MISURA DI SONNO

403, la camera dolce dormire

Dormire fa bene. Alla pelle, al cervello, ai muscoli e al cuore. Il Journal of Sleep Research non ha dubbi: un riposo di qualità migliora il valore dei comportamenti cognitivi, dà scacco all’invecchiamento della pelle e dei capelli, favorisce la rigenerazione muscolare – complice la produzione della somatropina – e diminuisce del 22% il rischio di infarto ed ictus. Un sano sonno permette di affrontare la giornata con maggiore concentrazione, energia ed equilibrio regalando anche buon umore.

Il benessere inizia concedendosi una buona dormita anche lontani da casa. Ad assicurarlo è la camera 403 appositamente allestita per accompagnare gli ospiti tra le braccia di Morfeo: il letto è stato progettato per offrire il massimo del comfort durante il riposo. Il materasso Elite™ Constellation ™ di Simmons ad altezza maggiorata che con un topper realizzato con innovative imbottiture ad elevata elasticità rappresenta il meglio del meglio per l’ospite. Ad avvolgere il corpo sono lenzuola di puro lino bianco, un “onirico” copriletto ricamato a stelle e pianeti di Centrotavola Milano ed un piumone in 100% Oca Siberiana che, grazie alla naturalità delle fibre, abbraccia come una coccola. Il lino, in particolare, oltre a regolare la temperatura del corpo donando una sensazione di comfort ottimale per tutta la notte, massaggia la pelle attivandone le risorse naturali di rigenerazione. Un Menù cuscini, una selezione di tisane rilassanti, una play list musicale mirata a stimolare la distensione e libri di racconti della buona notte ideali per defaticare la mente conducono verso il relax notturno.

Per favorire l’immersione nel mondo dei sogni un vero toccasana è anche il massaggio Joyful sleeping proposto dalla SPA dell’Hotel. Uno specifico trattamento olistico che coinvolge in profondità i sensi, inducendo uno stato di calma profonda, benessere e tranquillità psicofisica stimolando il sistema nervoso in maniera naturale. Agendo sui meridiani collegati con il ritmo sonno/veglia, il massaggio assicura una buona ossigenazione dei tessuti attraverso esercizi di respirazione profonda   funzionali alla produzione di endorfine; stimola lo sblocco del sistema linfatico e rilassa progressivamente tutti i gruppi muscolari del corpo regolarizzando i flussi energetici così da migliorare la qualità del riposo. Contemporaneamente l’utilizzo di una miscela di oli essenziali (Lavanda, Ginepro, Pino Mugo, Rosa, Camomilla, Melissa) consente di alleviare la sensazione di tensione generata dallo stress regalando una piacevole sensazione di calma. Ad assicurarla anche tisane a base di Passiflora, Melissa, Verbena, Tiglio, Malva e Finocchio da sorseggiare a temperatura ambiente.

E mai sottovalutare il ruolo dell’alimentazione nelle dinamiche del sonno: l’adozione di una dieta corretta facilita riposi sereni e ristoratori. Per favorire la produzione di melatonina e serotonina, utili per agevolare l’addormentamento, il regime adottato deve garantire un apporto adeguato di alimenti come carni bianche e pesce, ma anche rimedi naturali (infusioni) a base di erbe (melissa, camomilla, tiglio, biancospino). Sulla base di indicazioni nutrizionali specifiche, la Carta de Les Petites Madeleines suggerisce alcune proposte gourmet nel segno della leggerezza ideali per la “buona notte” come, tra le altre, “Il Bianco e il Nero di seppia”, i “Fusilli cotti in brodo di camomilla, aglio nero, guancia di pescatrice al dragoncello” e il “Merluzzo, thè kombucha, bergamotto”.