BELVEDERE DRINKPINK & CICCIO SULTANO: IL MATRIMONIO PERFETTO

Un abbinamento molto ben riuscito, quello tra la raffinatezza di Belvedere Vodka e l’abilità, intelligente e sensibile, dello Chef stellato Ciccio Sultano.

La prima si è fatta conoscere nel mondo per la sua capacità di elevare il prodotto Vodka ad un’esperienza gourmet, frutto di un’esaltazione della componente naturale e della materia prima impiegata. Il secondo invece, vive la cucina con una passione fortissima e, soprattutto, con una consapevolezza invidiabile. Cosa accomuna questi due giganti? Innanzitutto l’eccellenza e la ricerca, poi la cura estrema che riservano al più piccolo dettaglio ed infine, nel segno del nuovissimo progetto Belvedere DrinkPink, la vivacità e la solarità dei sapori siciliani.

Belvedere Vodka ha creato appositamente una nuova Signature Cocktails Collection in cui il protagonismo è riservato al pompelmo rosa della val di Noto, incantevole angolo del sud Sicilia. Il gusto fresco, leggermente amaricante e intensamente agrumato del pompelmo è scortato da quello complesso di Belvedere Vodka, realizzando un connubio declinato in cinque diverse varianti. Ognuna di esse ha potuto esaltare i propri tratti nell’abbinamento con la cucina di Ciccio Sultano, creata appositamente per raggiungere quell’affascinante equilibrio del gusto di cui questo Chef siciliano, con un ammirevole passato da barman, si è sempre fatto promotore e maestro.

Si parte dal Belvedere Ruby Tonic, composto da Belvedere Vodka, succo di pompelmo rosa e Ginger Beer, perfetto per accompagnare il momento dell’aperitivo con la sua impronta fresca e amaricante. Le danze del pranzo si aprono nel segno della intensità e della baldanza: un’esplosione di sapori in cui un piatto come il Timballo del Gattopardo – quello vero, di cui si racconta nel celebre romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa – esalta la capacità di percezione di tutte le papille gustative, attraverso un profilo gustativo più che complesso. È un piatto del tutto particolare, quasi inusuale, sovrabbondante di ingredienti e di sapori. In questa vivace festosità, è il Belvedere Wildflower ad abbracciare la rincorsa allegra dei sapori del piatto e a bilanciarne la tendenza dolce. L’equilibrata compostezza creata nell’unione di Belvedere Vodka, succo di pompelmo rosa, liquore ai fiori di sambuco, champagne e fiori di malva disidratati, pulisce la bocca dalla personalità dirompente – ma per nulla invasiva – del Timballo e prepara alla portata successiva. Qui, un Maialino Nero di Sicilia farcito alla Chiaramontana pone l’accento sulla familiarità dello Chef con la cucina, rivelando il mondo di dettagli tecnici che fanno vivere un piatto simile e che altro non sono, se non il frutto di un percorso didattico e personale di un uomo innamorato di ciò che fa. La delicatezza e l’intensità sanno esaltarsi vicendevolmente, in questo piatto. E il Belvedere Spritz, a base di Belvedere Vodka, Lillet Blanc, Acqua Tonica, Soda e timo, si inserisce perfettamente in questo equilibrio e lo completa con semplice fermezza.

Giame Mauri

Da buon siciliano, Ciccio Sultano non fa mancare il famoso cannolo ripieno di crema di ricotta vaccina ragusana e accompagnato da un sorbetto alla mandorla pizzuta di Avola, il tutto servito in compagnia di una zuppetta di fichi d’India. Chi ha vissuto la Sicilia sa che, spesso, dietro la ricetta della crema di ricotta si nascondono segrete e personali varianti, custodite gelosamente come un patrimonio di famiglia. Ciccio Sultano ci propone la sua meravigliosa versione in un abbinamento con Belvedere Especial, rivisitazione del Daiquiri Cocktail composta da Belvedere Vodka, succo di pompelmo rosa, Maraschino, Simple Syrup e Orange Bitter, guarnito con il tocco di classe di una cocktail cherry.

E il quinto cocktail della Belvedere DrinkPink List? C’è. È il Belvedere Pinkey Harvest, forse il più scenografico come colori ed ingredienti: Belvedere Vodka, Soda al pompelmo rosa, Aperitivo Galliano, estratto di barbabietola, con barbabietola e rosmarino a decorazione. Genera un sapore complesso, dove la nota terrosa della barbabietola fa da contrappunto alla sottile acidità dell’agrume. Di più, non verrà svelato. Per tutti i curiosi, tutto questo è solo da assaggiare. Dove? Nel garden urbano di pompelmi rosa in cui sarà possibile immergersi dal 4 all’11 maggio, presso il Bulgari Hotel e al Cova Garden di Milano.