GIN LÙ, BARREL AGED ITALIAN GIN

Dopo Mì&Tì, l’altro modo di bere il Gin. “L” come Lù, “l’altro”, ma anche come “Legno”. Perché Gin Lù è il gin prodotto da Mì&Tì e invecchiato in botti di legno, con un processo di affinamento esclusivo e particolarmente raffinato. I gin passati in botte non sono molto famosi al di fuori della cerchia degli amanti del gin, ma in realtà nel XIX secolo i gin erano quasi tutti barricati, perché in Inghilterra il trasporto e la conservazione dei distillati dovevano per legge essere fatti in botti di legno.

Negli ultimi anni è cresciuto il numero di gin passati nel legno e, addirittura, alcuni dei più famosi bar del mondo re-invecchiano in piccole botti i distillati e persino i cocktail, per ottenere profumi e aromi particolarmente intensi e complessi.

Gin Lù deriva strettamente da Gin Mì e da Gin Tì, la coppia di gin studiati per esaltare rispettivamente le caratteristiche del classico Martini Cocktail e del perfetto Gin & Tonic, e ne mantiene in un certo senso la classicità e la fedeltà al ginepro, la botanica del gin per eccellenza.

Il ginepro domina il blend di botaniche di Gin Lù, a cui sono aggiunte la salvia, la liquirizia, la rosa damascena, la ciliegia e il tè Lapsang Souchong, che troviamo in misure diverse anche nei due Gin “capostipite”, insieme all’arancia rossa di Sicilia, che sostituisce il limone della Riviera Ligure, per dare un tono più aromatico e caldo al distillato.

Gin Lù è prodotto in piccolissimi lotti, con la stessa cura artigianale e la raffinata tecnica della doppia distillazione sottovuoto, utilizzate per Mì&Tì. Le sette botaniche sono prima fatte macerare separatamente in basi alcoliche di altissima qualità da grano biologico, poi miscelate secondo la ricetta esclusiva e proprietaria e infine nuovamente distillate sotto-vuoto nel Rotavapor. La distillazione sotto vuoto a bassa temperatura permette di estrarre gli aromi delle botaniche più delicate senza “bruciarle”, come farebbe un alambicco tradizionale, preservandone le caratteristiche ed i profumi originali. Il distillato viene portato a una gradazione alcolica pre-invecchiamento di 57%, con l’aggiunta della purissima acqua della fonte “Lurisia”. Durante l’invecchiamento in botte, il gin perde un paio di gradi, arrivando alla gradazione definitiva di 55%, come un vero distillato full-proof. L’affinamento in botte è realizzato, per la prima volta nel mondo del gin, con un processo unico al mondo, frutto di una ricerca minuziosa e appassionata e simile alla tecnica della “batteria” utilizzata per aromatizzare l’Aceto Balsamico di Modena. Il distillato viene, infatti, passato in tre legni diversi – Rovere, Gelso, Ginepro – con tempi d’invecchiamento, misura delle botti e modalità di preparazione delle stesse, diversi per ogni fase e legno. Le botti normalmente usate per invecchiare vini e distillati sono trattate con acqua calda, prima del loro utilizzo, per affinare il legno e per evitare trafilamenti tra le doghe, con un processo detto “abbonimento” o “imberboramento”. Le botti di Gin Lù non sono “imberborate” con semplice acqua, ma con ricercati e raffinati thè cinesi. Le botti in legno di gelso sono trattate con un prezioso tè Pu-Erh, una ricercata varietà di tè post-fermentato della regione cinese dello Yunnan, ricavato da piante di 900 anni. Le botti di ginepro, sono imberborate con il Royal Lapsang Souchong, il pregiato e potente tè affumicato del Fujian utilizzato anche come botanica nella ricetta del gin. Il primo passaggio, nel rovere del Limousin, dà al distillato intense note vanigliate e caramellate e ammorbidisce i toni delle botaniche più pungenti e speziate. Dopo il rovere, Gin Lù riposa in piccoli caratelli in legno di gelso, che danno al distillato uno spiccato tono legnoso e sentori di cacao amaro. L’ultimo passaggio dell’affinamento di Gin Lù è come un ritorno alle origini. Dopo il rovere e il gelso, è legno di ginepro ad accogliere Gin Lù, per riportare il distillato, ormai maturo e denso di sapori e aromi, alla caratteristica principale del gin: il tono pungente e resinoso del ginepro.

 

Tasting Notes

L’affinamento in botte trasforma il gin in maniera molto interessante e complessa, aggiungendo al distillato due caratteristiche molto diverse tra loro. Da un lato il legno cede al distillato i suoi toni caldi, aromatici, fumosi. Dall’altro ammorbidisce i toni aspri più tipici del gin tradizionale, rendendoli più setosi e vellutati. L’imberboramento con i profumati tè Pu-Erh e Lapsang Souchong, da un lato attenua i toni resinosi delle botti nuove e dall’altro apporta nuovi e complessi sentori al distillato.

In degustazione, risaltano immediatamente i profumi pungenti e resinosi del ginepro selvatico delle colline savonesi, insieme ai toni affumicati e caldi dei legni. Al naso emergono subito anche i toni complessi e dolci della liquirizia, insieme ai sentori della vaniglia creati dai primi passaggi nel rovere. Dopo qualche istante, affiorano i profumi dolci del tabacco e quelli più amari e secchi del cacao, dati dai passaggi nel Gelso. In bocca, il passaggio nei vari legni dà una prima sensazione calda e profonda, di tannini, legni e spezie. Lentamente, al retrogusto, riemergono i profumi caldi e dolci della Rosa Damascena e dell’Arancia e i toni affumicati del Lapsang Souchong. Il finale è molto lungo, potente, morbido. Riaffiorano tutti gli aromi delle botaniche e, più leggeri ma persistenti, i sentori di legno e tabacco del tè e dei tre legni dell’affinamento.

 

Servizio e Miscelazione

Gin Lù è stato concepito come un gin da bere liscio, o per miscelazioni molto potenti e caratterizzate. Liscio, Gin Lù è un classico after-dinner, complesso e caldo, nella tradizione dei grandi distillati invecchiati in botte. On the Rocks, Gin Lù regge molto bene anche il “serve” come aperitivo, magari accompagnato da una fetta di arancia o da una ciliegia al Maraschino.

In miscelazione, Gin Lù può essere utilizzato per sostituire in maniera originale altri tipici distillati invecchiati in alcuni grandi cocktail quali il Manhattan, il Sidecar, l’Old Fashioned, il Mint Julep. Oppure può essere proposto per rinforzare la presenza del Gin in classici quali il Negroni, il Martinez, l’Aviation. Infine, gli aromi complessi e raffinati di Gin Lù, permettono di creare tutta una nuova serie di cocktail, valorizzati dagli originali profumi delle botaniche del gin e dai toni caldi dati dall’affinamento nei tre legni.

 

Mì&Tì

Small Batch Italian Gin

 

 

www.mi-e-ti.com