POLI BARRIQUE, LA “RISERVA” DI NATALE

Toni, perché nove?”: è la domanda che Jacopo, Barbara, Andrea e Giampaolo Poli hanno rivolto al padre Toni da quando, nel 1989, chiese loro di mettere da parte nove barrique di Grappa ogni anno. Toni non rivelò mai il perché di quel numero. L’ultima annata di quella Grappa, distillata nell’ottobre del 2000, rappresenta la consapevolezza che la sua storia è destinata a continuare a lungo. I fratelli Poli, infatti, grappaioli di quarta generazione, hanno deciso di portare avanti e innovare il progetto del padre utilizzando il metodo di invecchiamento “solera”. “Abbiamo conservato una delle nove barrique di quella Grappa che aveva distillato nostro padre Toni, la sua ultima annata, e da allora ogni anno abbiamo messo da parte delle piccole partite fatte come piaceva a lui: vinacce miste della nostra terra, invecchiata a lungo, forte e armonica al tempo stesso”, racconta Jacopo Poli.

La Poli Barrique – Solera di Famiglia 18-98 è stata costituita a partire dal 2001, mettendo da parte ogni anno 7 barrique di Grappa fino al 2014, portando così a 98 il numero di barrique dedicate a questo prodotto. Dal 2015 si è iniziato a creare un blend delle varie annate, in modo da ottenere una Grappa capace di esprimere nel corso degli anni uno stile unico e inconfondibile. Dopo mille congetture i figli hanno forse intuito il significato nascoso di 9: rappresenta un ciclo che finisce e ricomincia nuovamente, come pure la “figliolanza”. “Forse a suo modo Toni voleva dirci: continuate, sarò sempre con voi”. Poli Barrique – Solera di Famiglia, la memoria del tempo.

 

 

www.poligrappa.com