INVERNO: CARINZIA 9.0

La Carinzia, regione più meridionale d’Austria, è sempre più meta delle vacanze di chi cerca il perfetto connubio tra attività all’aria aperta, relax, tradizione e, naturalmente, grande ospitalità. Durante l’inverno sono davvero molte le attività proposte, dal tradizionale sci alpino, al trekking, fino al relax dei centri termali e l’ottima tradizione enogastronomica.

Per scoprire al meglio la varietà dell’offerta invernale della regione, da quest’anno è disponibile la nuova Winter Kärnten Card che permette di accedere gratuitamente a diverse attrazioni. E’ valida dal 30 novembre 2018 al 4 aprile 2019 con un costo a partire da 39 € (adulti) e da 21 € (bambini).

 

Piste

Principianti, sciatori fuori allenamento, esperti e campioni, in Carinzia tutti gli amanti dello sci da discesa trovano ciò che cercano. Una grande varietà di possibilità e divertimento è garantita da ben 30 zone sciistiche con oltre 800 chilometri di piste sempre ben innevate e perfettamente preparate. Tutto questo è a disposizione per gli appassionati delle discese sulla neve acquistando una sola tessera: il “TopSkiPass”. In Carinzia si vivono esperienze indimenticabili nella neve, secondo la propria voglia e preparazione sportiva, sulle piste d’alta quota, in mezzo a possenti vette di 3000 metri, o su piste larghe e tranquille per le famiglie, senza dimenticare cunette, halfpipe e pendii incontaminati per i freerider e gli amanti della neve fresca.

 

Scialpinismo

C’è una grande novità per tutti gli amanti dello scialpinismo, ovvero il Nockberge-Trail. Si tratta di un itinerario che collega cinque zone sciistiche diverse: Katschberg, Innerkrems, Turrach, Falkert e Bad Kleinkirchheim/St. Oswald. Adatto anche per i meno esperti e principianti, prevede tappe di circa sei ore di marcia ciascuna, ma lungo l’itinerario si può utilizzare uno degli impianti di risalita presenti, così da risparmiare diversi metri di dislivello. Un’altra particolarità è che lungo il Nockberge-Trail non si dorme nelle camerate dei rifugi, come è consuetudine in tanti altri itinerari sci alpinistici di più giorni, ma in lussuosi hotel, alcuni con area wellness, gustando l’eccellente gastronomia dell’Alpe Adria.

 

Laghi

La superficie di alcuni laghi della Carinzia in inverno si copre completamente di ghiaccio che li trasforma in meravigliose e levigate piste all’aperto, dove pattinatori, giocatori di hockey e di curling su ghiaccio si divertono a scivolare a tutta velocità. Tra queste è da ricordate la pista di ghiaccio naturale più grande d’Europa, ovvero il Lago Weissensee, che nel 2019 ospiterà per la 31° volta il “Tour delle 11 città olandesi”. In questa occasione, oltre 5.000 pattinatori olandesi si sfideranno in gare di velocità su percorsi che superano i 200 chilometri di lunghezza, nella categoria più impegnativa.

 

Natale

Il periodo natalizio rende l’inverno in Carinzia ancora più magico e suggestivo. Imperdibile una visita in uno dei tanti mercatini di Natale, partecipando alle manifestazioni d’Avvento in riva ai laghi, nelle città e in montagna. Unico nel suo genere è il suggestivo sentiero d’Avvento “Katschberger Adventweg”, un itinerario di circa 3 chilometri percorribile a piedi anche dai bambini, lungo il quale si trovano delle piccole casette dove dedicarsi a diverse attività. Per gli spiriti più romantici perfetto il mercatino d’Avvento sopra le nuvole, presso la torre panoramica Pyramidenkogel affacciata sul lago Worthersee, e quello al Kap 4613 sulla riva del lago Millstätter See. Tra le curiosità nel calendario delle tradizioni popolari ci sono anche gli scampanatori “Klöckler” nella valle Gegendtal, l’immersione dell’albero di Natale in alcuni laghi carinziani e i canti della stella “Sternsingen” a Heiligenblut, un’usanza che dal 2010 fa parte del patrimonio immateriale mondiale dell’UNESCO. Da non dimenticare i mercatini di Natale di Klagenfurt, Velden e Villach.

 

Natura

Il programma “Momenti magici” prevede dodici favolose esperienze immersi nella natura della Carinzia. Accompagnati da guide esperte, che garantiscono la sicurezza nell’ambiente e che raccontano storie e curiosità sulla regione e sui suoi abitanti, si scopriranno le zone più belle e suggestive della regione. Le attività previste sono innumerevoli e comprendono escursioni all’alba, quelle per osservare gli animali selvatici, fino a viaggi alla scoperta del vino invernale. Oltre ai programmi per gruppi, le guide Natur Aktiv sono disponibili anche per escursioni ed esperienze individuali.

 

Wellness

Il wellness invernale in Carinzia ha mille volti. Uno dei più affascinanti si può scoprire visitando la casa balneare “Kärnten Badehaus” sul lago Millstätter See, dove le grandi vetrate anche d’inverno consentono quasi di toccare il meraviglioso panorama del lago che risplende al sole. Dopo la completa ristrutturazione, sono state riaperte al pubblico anche le Terme St. Kathrein a Bad Kleinkirchheim, che ora offrono la più vasta area balneare e lo scivolo acquatico più lungo di tutte le terme carinziane, oltre a un vasto ambiente sauna e a un reparto massaggi e bellezza. Fra le esperienze da non perdere ci sono anche il nuoto della sirena alle Kärnten Therme, e i bagni nelle piscine riscaldate di alcuni hotel, realizzate nei laghi Wörthersee, Millstätter See e al passo Turracher Höhe.

 

Notte

In Carinzia le giornate invernali sono piene di divertimento, avventura e nuove emozionanti esperienze. Ma anche quando il sole cala, nascondendosi fino al giorno successivo dietro le montagne, il divertimento continua. Alcune località, come Bad Kleinkirchheim e Nassfeld/Pramollo, prevedono piste aperte anche dopo il tramonto, mentre altre, come il Dreiländereck, fanno da cornice a escursioni di scialpinismo in notturna. Altre ancora propongono escursioni con le ciaspole al chiarore della luna piena (ad esempio sul monte Dobratsch) o divertenti discese notturne in slittino (per esempio al Katschberg, sulla Turrach e a Innerkrems). Emozioni del tutto nuove vi attendono durante la “Notte delle Stelle”, con l’arrampicata notturna su ghiaccio a Heiligenblut, o nella sauna con la luna piena alle Kärnten Therme di Villach. E sulla pista da fondo Sonnblickloipe a Heiligenblut i fondisti possono praticare il loro sport preferito anche di notte.

 

Fondo

Lo sci di fondo migliora la forza fisica, resistenza e coordinazione. Inoltre, stimola il metabolismo, rinforza il sistema immunitario e aiuta a bruciare i grassi in eccesso. Senza contare gli effetti positivi che il sano movimento all’aria aperta provoca sulla mente. Le piste di fondo in Carinzia offrono condizioni ottimali sia per i principianti, sia per gli esperti, e sono distribuite in tutta la regione, alle altitudini più varie, dal fondovalle all’alta quota, nel Parco Nazionale Alti Tauri, sul lago Weissensee, a Bad Kleinkirchheim, nella Rosental o sul Katschberg. Centri appositi per lo sci di fondo si trovano all’Alpenarena di Villach, a St. Jakob nella Rosental, a Nassfeld/Pramollo-lago Pressegger See e sul lago Pirkdorfer See.

 

Cucina

Lungo le piste da sci della Carinzia, i diversi rifugi invitano a fare soste ristoratrici. Molti di questi propongono specialità tipiche della Carinzia, dove ingredienti freschi di produzione locale, antiche tradizioni culinarie e moderne interpretazioni si fondono in un insieme gustoso e raffinato. Tra le specialità assolutamente da provare ci sono i tortelloni carinziani (Kärntner Käsnudel), il pesce degli allevatori locali, come la trota carinziana (Kärntner Laxn) o il salmerino (Saibling), il Ritschert (sostanziosa zuppa di carne, orzo e fagioli), le specialità a base di selvaggina della zona, lo speck della Gailtal, il Reindling (focaccia dolce) e l’acquavite al pino cembro.

 

 

www.carinzia.at