CANTINA KALTERN È “FAIR’N GREEN”

Cantina Kaltern, la più grande cantina sociale dell’Alto Adige con 650 soci e 450 ettari di vigneto, è ufficialmente la prima cantina italiana, nonché la prima cooperativa, a fregiarsi del sigillo Fair’n Green, il marchio della viticoltura sostenibile pensato e realizzato da e per produttori di vino. È nato in Germania nel 2013, da allora è stato scelto dalle più importanti aziende vitivinicole tedesche e oggi aspira a diventare la più autorevole certificazione per la viticoltura sostenibile in Europa.

L’idea alla base di Fair’n Green è di rendere misurabili e verificabili gli obiettivi che definiscono un’azienda davvero sostenibile. Gli aspetti presi in considerazione sono quattro: la gestione aziendale, l’ambiente, la società e la catena del valore. La gestione punta ad ancorare i criteri di sostenibilità al business dell’azienda perché lo sviluppo economico sostenibile esiste e funziona; l’area dell’ambiente si occupa ovviamente del controllo dell’energia, CO2, acqua e rifiuti; per società si intende sia il sistema umano interno dell’azienda che deve vivere in un’atmosfera positiva e ricevere salari equi che il sistema paesaggistico e culturale fuori azienda; e infine la catena del valore comprende la gestione e il rispetto della filiera: dai suoli, alle viti, dalla salvaguardia della biodiversità, alle pratiche in cantina, fino al modus operandi delle vendite. In tutto il protocollo FAIR’N GREEN comprende 150 parametri, per ognuno vengono assegnati dei punteggi che nel tempo l’azienda si impegna a migliorare.

Lo standard Fair’n Green, infatti, che si basa su una vera e propria squadra di eccellenze, non fotografa una realtà statica ma prevede dei processi tesi a migliorare in modo continuativo gli standard di ogni azienda partecipante almeno del 3% ogni anno. Il tutto è verificato da analisi (tra cui la valutazione del bilancio ecologico e la determinazione della carbon footprint) garantite da istituti indipendenti.

 

kellereikaltern.com