I FEUDI DI ROMANS, “UN’ANNATA DA RICORDARE”

Si preannuncia un’annata importante per I Feudi di Romans, il marchio di punta dell’Azienda Agricola Lorenzon di San Canzian d’Isonzo (GO) che a vendemmia conclusa traccia un primo bilancio sulla qualità delle uve. “La vendemmia è stata ottima” afferma il presidente Enzo Lorenzonnon abbiamo prodotto di più, ma meglio. Un’annata normale sotto il profilo quantitativo, eccellente dal punto di vista qualitativo”.

Anche quest’anno non sono mancate, però, le sfide da affrontare: “l’8 luglio la grandine ha colpito alcuni nostri vigneti, ma ha avuto la funzione di creare un diradamento naturale che ha innalzato la qualità della produzione grazie ad una maggiore concentrazione di sostanze estrattive. La grandine non ha creato alcuna conseguenza sanitaria: le uve sono sane, perfettamente mature e presentano ottime caratteristiche organolettiche”.

Ma la sfida più importante è dietro l’angolo ed è la scelta della cantina di San Canzian d’Isonzo di investire nel biologico. “A maggio di quest’anno” spiega Lorenzon “sono stati impiantati due nuovi ettari destinati alla produzione di vini bio. Si tratta di Soreli, Sauvignon Kretos e Sauvignon Rytos, i vitigni a bacca bianca di nuova generazione resistenti alla peronospora e all’oidio. Grazie a queste varietà di vite, recentemente introdotte, si potranno ottenere vini di qualità con un’attenzione maggiore alla tutela dell’equilibrio naturale del vigneto andando incontro a quella fetta di consumatori sensibili ai temi della sostenibilità ambientale”.

I nuovi vigneti entreranno in produzione fra due anni e nel 2019 si potranno già raccogliere i primi grappoli, anche se la prima vera vendemmia sarà nel 2020.

Sono in tutto 7 i nuovi ettari impiantati quest’anno. L’Azienda Agricola Lorenzon ha, infatti, acquistato altri cinque ettari destinati a ribolla gialla, cabernet sauvignon e chardonnay, tutti posti in località che producono uve di eccellente qualità.

 

James’ link: Sontium, la nuova cuvée de I Feudi di Romans

 

www.ifeudidiromans.it

 

Cover: Enzo Lorenzon con i figli Nicola e Davide