FRESCOBALDI, 7 ANIME

Frescobaldi incarna l’essenza della Toscana, la sua straordinaria vocazione per la viticoltura e la l’incredibile varietà dei territori. La sua unicità nasce dalla rappresentazione di queste diversità, dalle sue sette Tenute e dai vini che esprimono un caleidoscopio di aromi e sensazioni, figlie delle caratteristiche di ogni singolo terroir. “Il nostro stile è fare parlare la terra e la diversità dei territori” ci racconta Lamberto Frescobaldi, “i differenti terreni, le cui caratteristiche variano da tenuta a tenuta, vengono scelti sulla base della vocazione. Abbiamo profondo rispetto per la storia delle differenti zone di produzione che vogliamo rappresentare fedelmente. L’obiettivo è il più alto livello di qualità nell’assoluto rispetto della tipicità delle nostre uve, che sono l’espressione del territorio. Questo impegno è la nostra sfida quotidiana”.

Lamberto Frescobaldi

Sette tenute quindi, Castello Pomino (Pomino), Castello Nipozzano (Nipozzano), Tenuta Castiglioni (Montespertoli), Tenuta CastelGiocondo (Montalcino), Tenuta Ammiraglia (Magliano in Toscana), Remole (Sieci) e Tenuta Perano (Gaiole in Chianti). Ogni tenuta è gestita come una singola entità, con propri responsabili, per la viticultura, la vinificazione e l’affinamento.

La filosofia aziendale si riassume nella frase “cultivating Toscana diversity” che sancisce il legame della famiglia con la varietà del territorio toscano. “La gioia dei piccoli momenti, il piacere dei sapori e del gusto: queste le sensazioni che offre la Toscana e che Frescobaldi vuole dedicare a tutti coloro che vedono nel vino una cultura al di là della vigna e dell’uva” prosegue Lamberto Frescobaldi, “il mio sogno e quello della mia famiglia è condividere lavoro, emozioni e passione attraverso i nostri vini. Una vita dedicata a capire e a valorizzare questi terroir rendendoli parte dello spirito della Toscana come arte del bello e del buono. Mille anni di storia di questa famiglia sono per me un tesoro unico ed irripetibile di conoscenze e tradizioni; il mio dovere è condividere e trasmettere alle generazioni future rispetto, passione e amore per questi luoghi e per queste colline eterne”.

 

TENUTA PERANO, IL CUORE DEL CHIANTI CLASSICO

Tenuta Perano

Tenuta Perano in Chianti Classico, 250 ettari di cui 52 di Chianti Classico, è localizzata principalmente nel Comune di Gaiole in Chianti, in una situazione pedoclimatica eccezionale per unicità e qualità. La favorevole esposizione a sud-ovest con una forma ad anfiteatro dei vigneti, favorisce l’insolazione, concentra il calore, avendo la peculiarità delle zone alte con la luminescenza delle zone più basse, grazie anche al sasso di calcare bianco cristallo affiorante che con la sua rifrazione permette di dare alle vigne poste a 500 metri un vino strutturato. L’estate è caratterizzata da un clima secco e asciutto, mentre settembre da forti escursioni termiche tra il giorno e la notte. L’insieme di altimetria, esposizione, configurazione e pendenza dei vigneti di Tenuta Perano rappresenta un’unicità qualitativa straordinaria: questo rende i vini ricchi di aromi fruttati, intensi e conferisce grande struttura ed eleganza. La tipologia del terreno è caratterizzata da un elevato contenuto in scheletro e da forti pendenze (15/20%) che ne potenziano la capacità drenante. L’azienda è dotata di un’ampia cantina, adatta sia per la vinificazione che per l’affinamento. I vini prodotti nella tenuta provengono tutti da uve raccolte a mano.

 

Tenuta Perano Chianti Classico Riserva DOCG 2016

91/100

Chianti classico DOCG, Sangiovese in maggioranza e una piccola parte di Merlot. La fermentazione alcolica viene effettuata in contenitori inox termocondizionati con un affinamento in botti di rovere di Slavonia per 24 mesi. Colore rubino pieno, al naso sentori floreali di viola, frutta scura ed evidenti sentori di caffè in torrefazione, tabacco e una straordinaria nota balsamica. In bocca ritorna una piacevole nota fruttata, note speziati ben presenti, una bella mineralità pietrosa, che denota eleganza, tannini finissimi, con un finale lungo e armonico ed una lunga persistenza che ne fanno un vino di grande longevità.

 

 

CASTELLO NIPOZZANO, ICONA DELLA TOSCANA

Castello Nipozzano

Bellezza, eleganza innata ed essenza del Rinascimento: la Toscana racchiude un’aura di eternità che ha ispirato le generazioni della famiglia Frescobaldi e che è oggi parte integrante dei suoi vigneti. Il castello, luogo di fascino a soli 25 km da Firenze, costruito nell’anno mille come roccaforte difensiva, si trova nel cuore di Chianti Rufina e si estende su una superficie di 626 ettari, di cui 300 ettari di vigneto, fra i 250 e i 400 metri di altitudine, sul versante montuoso che si affaccia sulla valle del fiume Arno.

Castello Nipozzano è una delle aziende più rappresentative della famiglia Frescobaldi e qui è custodita la collezione storica della famiglia. L’etimologia del nome Nipozzano significa “senza pozzo”, a sottolineare che la zona era povera d’acqua, circostanza ideale per la coltivazione della vite e le prime testimonianze sulla qualità del vino del Castello Nipozzano risalgono al Rinascimento.

I terreni argillosi e calcari, poco ricchi di sostanze organiche, insieme al perfetto equilibrio tra altitudine, suolo e microclima fresco e ventilato, costituiscono delle condizioni ideali per la coltivazione delle differenti varietà che si trovano qui: principalmente il Sangiovese ma anche Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot.

 

 

Nipozzano Vecchie Viti Chianti Rufina Riserva DOCG 2016

93/100

Ha origine dai vecchi vigneti della storica tenuta dotati di un profondo apparato radicale e prodotto la prima volta nel 2013. Vino che nasce da una tradizione familiare che metteva da parte la migliore riserva prodotta nell’anno della nascita di ciascun erede Frescobaldi. Questo vino dal 2013 viene offerto dalla collezione privata della famiglia per condividerlo con un numero selezionato di clienti. Vino rubino, con un naso ampio e profondo, note marasca e more di rovo, bouqet di viole, note di cioccolato, tabacco, sentori terziari di cuoio, minerale di grafite, toni balsamici e anche mentuccia. Al palato tannini tesi, compatti ed eleganti, piacevole freschezza con richiami di frutta rossa e sensazioni varietali, morbida avvolgenza estrattiva e un finale profondo ed equilibrato.

 

 

TENUTA CASTELGIOCONDO, LO SPIRITO DI MONTALCINO

Tenuta CastelGiocondo

Il castello fu eretto nel 1100 a difesa della via che dal porto di Talamone portava a Siena, è proprietà dei Frescobaldi dal 1989 ed è una delle poche realtà che, agli inizi del 1800, diede vita alla produzione dei primi Brunello di Montalcino. La tenuta di 815 ettari di cui 235 coltivati a vigneto si trova nel versante sud-ovest di Montalcino a un’altitudine tra i 300 e i 450 metri.

I terreni assai diversificati in base all’altitudine, il clima caldo, asciutto e ventilato determinano le condizioni ideali per la produzione di vini concentrati e potenti, strutturati anche se caratterizzati di equilibrio ed eleganza. La tenuta è un luogo magico che mette soggezione per la bellezza del paesaggio

 

 

Castelgiocondo Brunello Brunello di Montalcino DOCG 2015

95/100

Vino rappresentativo della tenuta è prodotto da una rigorosissima selezione di uve Sangiovese. È il vino d’elezione per i Frescobaldi, con un’identità chiara e un carattere ben definito. Color granato carico, profumi varietali con toni di frutta scura matura, note speziate, tabacco, cioccolato e note di caffè tostato, al palato è un vino di grande struttura, di buon dinamismo e superbo equilibrio nella trama tannica, elegante, equilibrato, con profumi intensi e preziosa finezza, perfetta espressione di Montalcino, anche grazie ai terreni argillosi, sabbiosi e galestrosi dell’area con un finale lungo e persistente sulla frutta matura.

 

 

frescobaldi.com

 

 

Cover: Lamberto Frescobaldi