LO STILE DI CASA BERLUCCHI

Berlucchi, espressione del vitigno al 100%. Il nuovo nato si veste della preziosa seta dello Chardonnay, senza alcuna interferenza di altri vitigni a condividere il protagonismo del blend. Si racconta senza coperture in una schietta versione Pas Dosè, con la complicità di un’annata 2012 che ha visto basse rese ma ottima qualità. Le uve provengono dal cuore di un vigneto collocato in una posizione estremamente favorevole all’esposizione solare. Proprio questa particolarità geografica è l’origine del nome di tale vigna chiamata “Arzelle”, che in dialetto locale significa “arsa al sole”.

Il Berlucchi ’61 Nature Blanc de Blancs 2012 è stato presentato durante un’eccezionale Cena di Gala disegnata dalla creatività di Pietro Leeman nell’abbraccio fascinoso degli affreschi di Palazzo Lana, il vero fulcro di uno dei numerosi progetti che la Guido Berlucchi si appresta a perseguire in futuro. Il seicentesco Palazzo, infatti, pregno di un grandissimo valore storico, diventerà un polo di altrettanto valore culturale, capace di rivolgersi oltre i confini della “sua” Franciacorta.

Palazzo Lana – Biblioteca

A seguito di un anno che ha visto il sempre maggiore coinvolgimento di Berlucchi in una viticoltura sostenibile, con una quasi totale conversione in biologico dei propri vigneti, l’azienda prosegue a dedicare il suo impegno verso l’ambiente e verso la valorizzazione di un territorio poliedrico come la Franciacorta. Le nuove annate della già esistente famiglia dei “Berlucchi ‘61” vanno a confermare l’immagine di un brand conosciuto in tutto il mondo, rendendosi dei vini capaci di intrattenere i momenti più conviviali di un aperitivo così come di sostenere la complessità di una cena che richiede al calice carattere e stoffa.

 

Note d’autore firmate da Emanuele Alessandro Gobbi

 

Berlucchi ‘61 Nature 2012

Bollicina che dimostra pienamente lo spessore qualitativo della storica azienda franciacortina. Al naso si apre nitido e fresco su note di frutta non troppo matura, di soavi sentori vegetali ed erbe aromatiche. Al palato offre un bel nerbo acido e una struttura solida, potente e ben profilata, che si sviluppa progressiva su polposi toni di frutto. Chiude lungo su impressioni d’agrume e brioche.

 

Berlucchi ‘61 Nature Blanc de Blancs 2012

Paglierino brillante con lievi rimandi di oro antico. Ha perlage finissimo, profumi intensi e delicati di frutta bianca a cui si sommano nuance d’anice, salvia e nocciola. In bocca denota struttura, eleganza e complessità, per un finale persistente, invitante e di rara piacevolezza.

 

Berlucchi ‘61 Nature Rose 2012

Colore rosa fiore di pesco con striature di corallo. Il 100% Pinot Nero offre un caleidoscopio di profumi che spaziano dal floreale al mirtillo, dai sentori di pasticceria a note più agrumate. All’assaggio si mostra equilibrato, sostenuto da un’ottima acidità, coerente e di lunga persistenza. Il finale è scalpitante in cui una leggiadra trama tannica diviene gentilmente protagonista.

 

berlucchi.it