I DOLCI FIASCONARO CONQUISTANO LA FRANCIA

É stato Nicola Fiasconaro a firmare i dolci che hanno arricchito il menù della Cena di Gala per l’inaugurazione della Mostra “Un’antichità moderna”. La serata, che si è svolta alla Villa Medici, sede dell’Accademia di Francia a Roma, è stata organizzata in collaborazione con il Museo del Louvre.

L’evento nasce dal concept creativo del Club Criollo, primo Club franco italiano di appassionati di cioccolato e partner stabile della suggestiva location capitolina, edificata sugli antichi resti della villa di Lucio Licinio Lucullo. E proprio la storia del generale romano, noto per la sua passione per la buona tavola e per aver importato dall’Oriente i frutti canditi che ancora oggi impreziosiscono molti dei più amati dolci siciliani, ha ispirato l’ideazione della Cena di Gala. Il Club Criollo ha, infatti, deciso di coinvolgere l’Azienda di Castelbuono come ambasciatrice delle eccellenze dolciarie Made in Sicily. E a confermare la “bontà” dell’intuizione creativa è stato il successo delle creazioni realizzate dal Maestro Pasticcere Nicola Fiasconaro, presente con il figlio Mario.

Cannoli, cubaite, cassate siciliane e l’immancabile panettone hanno letteralmente conquistato gli ospiti intervenuti alla cena. Sapori, profumi e alchimie della Sicilia sono d’altronde la suggestiva cornice della storia e della tradizione dell’azienda dolciaria Fiasconaro, nata nel 1953 a Castelbuono, nel cuore del parco delle Madonie, in provincia di Palermo. Oggi l’azienda, giunta alla terza generazione è un’eccellenza del made in Italy, con un fatturato di oltre 18 milioni di euro e una crescita del 20% su tutti i principali mercati: Italia, Canada, Francia, Stati Uniti, Germania, Inghilterra, Australia e Nuova Zelanda e con un orizzonte strategico rivolto al mercato asiatico. Fiasconaro è totalmente made in Sicily e anche il suo indotto segue la territorialità.

 

fiasconaro.com