Confesso che ho vissuto, con tutti i sensi in allerta. Guardo le persone negli occhi, semplicemente. Ascolto il ruscello godendo della sua giovinezza mentre mi perdo nel mistero del vento. Tocco la seta impalpabile e frusciante. Odoro il bosso caldo e pungente coltivando la memoria con il profumo dei tigli. Assaggio l’acqua del mare per capire se l’immensità ha un suo sapore. E lo racconto.

Art Evidence

CARTHAGO. IL MITO IMMORTALE

Corrotto, infido, traditore, crudele: così i romani consideravano il popolo fenicio, deriso e disprezzato forse perché percepito come straniero enigmatico e temibile nemico commerciale e strategico. In effetti sono stati soprattutto gli autori latini ad informarci sulla civiltà cartaginese e a trasmettere una visione fortemente condizionata da una rivalità brutale che ha portato nel tempo […]

Art Primo piano

CIBO/STEVE McCURRY

“Noi non ci incontriamo per bere e mangiare, ma per bere e mangiare insieme” Plutarco   La fotografia è una di quelle che si ricordano: ritrae alcuni pescatori cingalesi in equilibrio plastico su pali conficcati nel mare. Uno scatto famoso (e non poteva essere diversamente) firmato Steve McCurry nel 1995 a sud dell’isola di Sri […]

Art Primo piano

L’ENIGMA DE CHIRICO

“Ogni cosa ha due aspetti: uno corrente, quello che vediamo quasi sempre e che vedono gli uomini in generale; l’altro, lo spettrale, che non possono vedere che rari individui in momenti di chiaroveggenza, di astrazione metafisica”. È Giorgio de Chirico a suggerire una dimensione “altra” dell’arte invitando a superare le evidenze oggettive. Una predisposizione quasi […]