PICPOUL DE PINET 2019 CARTE D’OR ORMARINE

Sulla carta questo vino è un prêt a servir perfetto per l’estate, ma visto l’entusiasmo alla beva anche come aperitivo, non sfigura in tutti i dodici mesi dell’anno. Il Picpoul è una piccola denominazione francese, curiosa e onirica, una ventata di freschezza che si forgia nella sua anima potente e sempre ampia, un raggio di sole che penetra ovunque, anche tra le crepe del legno.

È un’uva tipica della Valle del Rodano e della Languedoc, ma è presente anche in Catalogna. In Francia si sviluppa in poco più di mille ettari e in questo caso si vinifica in purezza per donare con precisione e trasporto le note aromatiche del vino: frutti bianchi maturi, mineralità e contorni più burrosi e vanigliati. Una varietà che diventa una sorta di messaggio aspirazionale per la sua unicità, così familiare al gusto rotondo e mnemonico.

 

James’ Tasting

PICPOUL DE PINET BLANC DE BLANCS AOP 2019 CARTE D’OR ORMARINE

93/100

Talentuoso nel suo piacere quotidiano e non solo per il suo prezzo, più che accessibile e inferiore ai dieci euro. Uno degli asset gustativi è proprio dato dalla capacità di questa cooperativa, che seleziona nella sua tabella dei colori una sfumatura di Blanc des Blancs armonica e densa, profumata e incisiva, che si conferma alla scoperta della presenza del calcare a l’Etang de thau.

 

 

cave-ormarine.com