JAMES’ 7 BEST: PINOT BIANCO ALTO ADIGE

Dopo il Pinot Nero ecco il Pinot Bianco, un altro vitigno simbolo dell’Alto Adige. Il Pinot Bianco è stato introdotto in Alto Adige nel 1850 dall‘arciduca Giovanni d‘Austria e trova la sua vocazione in terreni asciutti, argillosi e calcarei con grandi sbalzi termici tra giorno e notte. La “corposa” degustazione ha indagato la qualità di numerose cantine altoatesine. I nostri 7 migliori assaggi sono:

 

1

Hofstatt 2016 Pinot Bianco Kurtatsch

93/100

L’abitato “Hofstatt” si trova a sudovest sopra Cortaccia a 620 m sul livello del mare. Rinfrescanti venti discendenti serali creano un ideale microclima fresco e ventilato. Il Pinot Bianco ha un frutto intenso e intrigante, un vino splendido. Bocca dritta, verticale, con un sapore di mandorla amara meraviglioso.

 

2

Haberle Pinot Bianco 2016

92/100

I vigneti di Pinot Bianco provengono da Pochi e Penone, ad un’altitudine di circa 500 metri s.l.m. La fermentazione a temperatura controllata in acciaio e un breve affinamento anche in legno garantiscono ricchezza e opulenza, ma anche tanta morbidezza. Profondo e intrigante, grande vino da abbinamento.

 

3

Kellerei Bozen Pinot Bianco Dellago 2017

91/100

Da vigneti selezionati nei dintorni di Bolzano a 500 m s.l.m., con terreni porfirici e calcarei, il Pinot Bianco Dellago sfodera aromi intensi di pera e frutta bianca, con nuance balsamiche e di erbe aromatiche. Palato ampio, sapido e minerale, con una buona acidità.

 

4

Penon Pinot Bianco 2016 Nals Magreid Dolomites

91/100

Grazie alla sua elevata posizione nella soleggiata Penone le uve del Pinot Bianco Penon arrivano a maturazione più tardi rispetto alla tradizione. Un Pinot Bianco splendido e luminoso, corposo, minerale, che sa esprimere aromi fruttati piacevolissimi.

 

5

Pratum Castel Sallegg 2015

90/100

Le uve per la selezione “Pratum” provengono dai più antichi vitigni del Preyhof, che maturano a 550 m d’altitudine su terreni porfirici e arenaria della Val Gardena. Colpisce l’eleganza di questo Pinot Bianco, supportata da un frutto integro e fresco. Al palato mineralità e grande pulizia.

 

6

Kaltern Quintessenz 2016

90/100

I vigneti giacciono a 550-600 m s.l.m. a St. Nikolaus e sono rivolti verso Est. Il terreno è in prevalenza calcareo con conoidi di origine glaciale, spezzoni di roccia dolomitica. Aromi scintillanti di frutta tropicale, pera, banana, erbe e fiori gialli. Il palato è ampio, di ottima acidità, lunghissimo.

 

7

Carnol Weissburgunder 2017

90/100

Il Carnol prende nome dalla borgata San Pietro in Carnol vicino a Bolzano, parte della zona classica del Santa Maddalena e paese di nascita di Toni Rottensteiner. Aromi di frutta intriganti e decisi, con la pera e la banana in evidenza. Al palato è deciso, tagliente, freschissimo.

 

Da citare anche Weger Pinot Bianco 2016 (ottimi aromi e franchezza), Muri-Gries Weissburgunder 2017 (delicato, freschissimo) e Brigl Vigna Haselhof 2017 (frutta bianca, pera e cardamomo. Bocca piena, sapida e minerale).