JAEGER-LECOULTRE REVERSO TRIBUTE ENAMEL ALFONS MUCHA

Uno degli orologi più belli e raffinati che ci sia mai capitato di osservare. La Manifattura Jaeger-LeCoultre è tra i pochi produttori di orologeria a padroneggiare le arti della smaltatura e dell’incisione a mano. E per dimostrare questo raro mestiere, ha regalato tre volti incredibili ai suoi orologi Reverso.

Jaeger-LeCoultre ha mantenuto a lungo un ardente interesse per la pittura e la storia dell’arte. La collezione Reverso Tribute Enamel rende omaggio a illustri pittori che hanno condiviso con la loro arte i valori estetici della Maison. Ogni orologio Reverso Tribute Enamel è stato realizzato dai artigianidi Jaeger-LeCoultre per offrire un quadrante frontale finemente lavorato a mano e ricoperto da smalto traslucido, gemellato con un rovescio raffigurante una miniatura smaltata di un dipinto prendendo ispirazione dalle opere di Alfons Mucha, in particolare da “The Seasons”, l’emblematica serie di pannelli decorativi del 1896. Ogni modello è stato prodotto in una serie limitata di otto pezzi.

La faccia anteriore di ogni orologio è stata lavorata in guilloché: finemente lavorata dal maestro incisore di Jaeger-LeCoultre, questa guilloché richiede abilità artigianali estremamente complesse e una macchina che risale a cento anni fa. Una guilloché a raggiera appare in rilievo sotto il colore intenso della sua smaltatura trasparente. Ogni colore ha richiesto ore di ricerca per raggiungere una tonalità perfetta e uniforme, per garantire l’armonia con i colori del dipinto riprodotti sul retro della cassa.

Una volta ruotato l’orologio ecco il vero capolavoro sul fondello. Il maestro saldatore “Métiers Rares” ha affrontato molteplici sfide nella creazione di ognuna delle tre miniature presenti sul retro. Gran parte della complessità è nella lavorazione manuale per ridimensionare la pittura originale (che misura più di un metro) su una superficie di 3 cm per 2, durante il processo stesso di smaltatura. Ovviamente la riproduzione deve essere il più fedele possibile, ma sono stati utilizzati strumenti e materiali diversi da quelli usati da Mucha. Ad esempio, il maestro smaltatore ha dovuto ricreare accuratamente la ricca tavolozza dell’artista, nonostante abbia avuto a disposizione solo un numero limitato di colori con cui lavorare. L’altra grande sfida era prevedere ex ante quale colore sarebbe risultato dopo il procesos di lavorazione, impiegando sfumature più scure rispetto all’originale.

Nella miniatura ispirata a “Primavera”, Mucha cattura l’atmosfera di questa stagione, personificandola in una innocente ragazza bionda con un vestito bianco traslucido e in piedi sotto un albero in fiore. Ci sono volute meticolose ricerche e molte prove per riprodurre le linee fluide del suo vestito, perché gli strati protettivi di smalto ostacolano parte della spontaneità di questo disegno. La stessa cura scrupolosa è stata dedicata alla creazione dei minimi dettagli, come i fiori bianchi che la ragazza indossa nei capelli, gli uccellini e lo sfondo, anch’esso molto ricco di dettagli. La cornice è stata incisa e scolpita interamente a mano e circonda la miniatura su ciascun modello. Usando uno scalpello speciale, il maestro incisore ha creato il disegno svuotando il materiale. Questo è incredibilmente difficile, perché l’incisione è eseguita dopo la smaltatura. Un orologio straordianrio, che ha richiesto più di 100 ore di lavoro (70 ore di smaltatura e 30 di incisione).

 

Grand Feu

Prima di iniziare a dipingere, lo smaltatore analizza il disegno originale e lo ridimensiona, quindi si adatta alle dimensioni del Reverso. Successivamente una base di smalto bianco viene applicata più volte alla superficie dorata della cassa del Reverso. Il pezzo viene posto in forno a 800 ° C (Grand Feu significa “Grande fuoco”) in modo che lo smalto si fonda sull’oro. Proprio come un pittore lavora su una tela bianca, lo smaltatore crea un contorno del disegno su questa superficie bianca. Per ottenere i colori giusti e l’immagine desiderata, vengono applicati strati successivi di ossidi, poi il loro splendido disegno si rivela gradualmente. Le cotture ripetute vengono effettuate tra un’applicazione e l’altra dei vari strati. Il colore finale viene rivelato solo dopo l’ultima cottura, il che significa che lo smaltatore deve avere una perfetta padronanza della tavolozza dei colori ed essere in grado di anticipare il risultato finale, ovvero il colore che verrà fissato a 800 ° C. L’ultimo stadio è quello di proteggere la miniatura applicando da sei a otto strati di rivestimento protettivo. Questa tecnica è chiamata “Tecnica di Ginevra”. Prima di assemblare il Reverso, lo smaltatore gira e lucida lo smalto e l’oro a mano per donare il loro splendore finale. Lo smalto Grand Feu è la tecnica più difficile e delicata da eseguire. Richiede anni di esperienza e, soprattutto, grande pazienza e meticolosità. Per creare capolavori come questi, gli smaltatori devono attingere a tutti i loro sensi.

 

 

 

Reverso Tribute Enamel Mucha – Boutique Edition

Dimensioni: 45,5 mm x 27,4 mm

Spessore: 9,7 mm

Calibro: 822A / 2

Funzioni a carica manuale: ora / minuto

Cassa: oro bianco / oro giallo

Anteriore: quadrante smalto e guilloché Grand Feu

Rovescio: smalto in miniatura Grand Feu e incisione a mano

Edizione limitata disponibile solo nelle Boutique: 8 pezzi per ogni modello

Riferimenti: Q39334M1, Q39314M2, Q39314M3

 

www.jaeger-lecoultre.com