LIVON, UN’OTTIMA ANNATA

Dopo l’andamento climatico decisamente altalenante nei mesi di luglio e agosto, caratterizzati da stress idrici marcati e piogge improvvise, l’annata 2020 ha deciso di regalare a Livon il settembre più bello degli ultimi 20 anni. Martedì 25 agosto, è iniziata la raccolta delle uve nei vigneti sulle colline di Ruttars nel Collio dove il clima soleggiato ha permesso alle uve a maturità precoce (Pinot Grigio e Sauvignon) di raggiungere una buona maturazione. Dopo qualche giorno, in seguito all’unica pioggia del mese, si è venuta a creare una condizione climatica pressoché perfetta, con notti fresche (12-15 °C) e giornate calde e soleggiate (30-32 °C). Tutto ciò ha permesso una perfetta armonizzazione di acidità, PH, zuccheri e precursori aromatici.

L’insieme di questi fattori ha portato l’azienda a puntare in maniera decisa verso vinificazioni che valorizzassero al meglio la creazione di vini aromatici, fragranti ma soprattutto eleganti. La vendemmia è stata condotta nelle prime ore del mattino, facendo arrivare le uve in cantina molto fresche ed in seguito alla diraspatura, un ulteriore raffreddamento a cui ha fatto seguito una macerazione di 24 ore per estrarre al meglio, dalla polpa e dalle bucce, l’essenza che determinerà l’evoluzione dei futuri vini. La nuova annata Braide Alte 2018 sarà disponibile da ottobre 2020.

 

 

livon.it