TALKING HANDS: LE DONNE DI UN’AFRICA “SENZA MURI”

Milano Photo Week quest’anno ci ha accolto in uno splendido giardino vicino a Santa Maria delle Grazie a Milano: la Galleria Casa degli Atellani, aperta su un tesoro verde e rigoglioso, dove, tra fotografie e graditi raggi di sole, abbiamo scoperto una realtà cittadina che non conoscevamo.

Quella di NoWalls, associazione di promozione sociale, basata sul volontariato, impegnata a promuovere l’integrazione attraverso l’insegnamento dell’italiano e la sensibilizzazione nelle scuole. Perché la lingua è la base indispensabile per comunicare, conoscersi e imparare a dialogare, attivando uno scambio utile e proficuo per entrambe le parti. In un momento storico (e politico) in cui il mare da elemento di continuità e scambio (qual è sempre stato) diventa barriera e frontiera della paura, NoWalls incontra studenti di tutte le età per spiegare cosa sia l’inclusione e la ricchezza portata dall’altro.

Photo by Ugo Borga

Per la settimana della fotografia conclusasi il 9 giugno, NoWalls ha presentato a Milano la mostra Talking HandsTre racconti al femminile, con le fotografie di Diana Bagnoli, Ugo Borga e Filippo Romano, a cura di Luca Molinari e Paola Romano.

Photo by Diana Bagnoli

Abbiamo incontrato Paola Romano e la fotografa Diana Bagnoli, che ci hanno fatto entrare tra le pieghe dolorose di un continente che soffre, come terra di nessuno usata e sfruttata senza remore; che resiste, trovando il coraggio per far fronte alla mancanza e al senso di perdita; che vive, con orgoglio e dignità.

Quante Afriche abbiamo visto in un piccolo spazio? Almeno tre. Quante donne? Infinte.

Photo by Ugo Borga

L’Africa degli scatti orizzontali, in un bianco e nero molto spinto, di Ugo Borga, immagini di reportage che catturano immediatamente l’attenzione. Borga lavora in velocità e questo conferisce alle sue immagini un forte senso di precarietà e angoscia: qualcosa sta accadendo, o è in procinto di avvenire, oppure è già successo. Ciò che vediamo è il frammento di una storia più grande, che ci sfugge, di cui possiamo intuire la drammaticità.

Photo by Diana Bagnoli

Le mani giunte delle madri di Thiaroye, in Senegal, che aspettano il ritorno dei propri figli, raccontate da Diana Bagnoli.

Donne che per non impazzire dal dolore (come ci racconta la fotografa stessa) si sono organizzate in un’associazione: non hanno mariti che provvedano a loro, i figli sono partiti perché anche il loro mare è saccheggiato e quindi privo di pesce, e sono sole ad aspettare. Ma hanno sé stesse e il reciproco sostegno su cui contare.

Photo by Filippo Romano

E infine le immagini ieratiche e colorate, sviluppate in verticale, di Filippo Romano, che ha incontrato i suoi soggetti in uno degli Slum di Nairobi e li ha ritratti lì: donne che lavorano, che si presentano senza alcuna pietas nel loro status e che mostrano, in un modo o nell’altro (che sia un pallone da rugby, delle cuffie per ascoltare la musica, un albergo o il commercio stesso necessario per vivere), il rapporto di un intero continente con l’Occidente.

Photo by Filippo Romano

Un rapporto su cui dovremmo continuare a interrogarci, in termini di responsabilità e soluzioni, di continuità e scambio.

 

La mostra Talking Hands – Tre Racconti Al Femminile Per Nowalls – Diana Bagnoli / Ugo Borga / Filippo Romano a cura di Luca Molinari e Paola Romano e inserita nel circuito Milano Photo Week – si è svolta dal 6 al 9 giugno alla Galleria della Casa degli Atellani in Via Bernardino Zenale 3 – Milano.

 

NOWALLS

NoWalls è un’associazione di promozione sociale fondata sul volontariato. La sua mission è l’integrazione e il cuore delle sue attività sta nell’insegnamento dell’italiano a migranti e immigrati attraverso corsi diffusi sul territorio milanese: nei centri di accoglienza, in biblioteche comunali, in scuole pubbliche. Ha dato vita anche a una squadra di calcio composta da persone di 14 etnie diverse, italiani compresi. Organizza inoltre attività di scambio culturale tra stranieri e comunità cittadina e realizza laboratori antropologici nelle scuole incentrati sul tema degli stereotipi e delle diversità.

 

 

 

Per approfondimenti

nowalls.it

 

Cover: Photo by Ugo Borga (dettaglio)