BERLUCCHI, PUREZZA E POTENZA IN FRANCIACORTA

A Palazzo Lana fu scritto il destino della Franciacorta quando il Guido Berlucchi e il giovane enologo Franco Ziliani fondarono nel 1955 la Guido Berlucchi & C., prima cantina del territorio franciacortino, aprendo la strada alla nascita dell’intera zona enologica. Nel 1961 Ziliani firmò le prime 3.000 bottiglie di Pinot di Franciacorta e il resto è una storia gloriosa che arriva fino ai giorni nostri.

Oggi la Guido Berlucchi si estende con 85 ettari di vigneti di proprietà, concentrati nella zona di Borgonato oltre ad altri circa 500 ettari di vigneto in conferimento, diffusi in tutta la Franciacorta.

Famiglia Ziliani

La famiglia è convinta che in momenti di crisi, e soprattutto per un’azienda fondatrice e simbolo di un intero territorio, sia fondamentale che far sì che le difficoltà vengano superate svolgendo ognuno la propria parte per poter accedere presto a una nuova fase economica. Soprattutto per chi è legato al ciclo della natura e della terra è impossibile fermarsi e alla fine del lockdown abbiamo potuto brindare con le nuove cuvée dell’annata 2013.

Vigna Brolo

Il 2013 è stato l’anno più freddo e piovoso dell’ultima decade precedente, con un germogliamento avvenuto intorno alla metà di aprile e la vendemmia iniziata intorno al 25 agosto per proseguire fino a metà settembre. La maturazione molto lenta, con temperature medie non molto alte ed escursioni termiche più accentuate, sono state il preludio a vini di eccezionale livello qualitativo, sia in termini analitici sia di corredo aromatico.

 

BERLUCCHI ‘61 NATURE BLANC DE BLANCS 2013

100% Chardonnay

93/100

Questo Blanc de Blancs Nature, prima annata di produzione il 2012, è il rappresentante della più pura espressione del terroir e ne descrive l’anima più vera. Le uve provengono dalla parte centrale del vigneto Arzelle di 20 anni di età, allevato ad alta densità, con circa 10mila ceppi per ettaro, coltivato a Guyot e condotto secondo regole agronomiche rispettose dell’ambiente. Si trova su un terreno morenico profondo, che dona uve di ottima struttura, con un micro clima specifico e una esposizione tali da garantire maturazione ottimale delle uve sia dal punto di vista dei polifenoli che dei precursori aromatici varietali, con un grande potenziale aromatico e un ottimo potenziale evolutivo, che enfatizzano le caratteristiche varietali dello Chardonnay. La pressatura soffice avviene in presse a piano inclinato e viene usato solo il mosto fiore, circa 30 litri ogni 100 chili di uva. La fermentazione alcolica si svolge in tini d’acciaio e l’affinamento delle migliori parcelle ha luogo in barrique di rovere di secondo o terzo passaggio, dove maturano per sei mesi a contatto con i lieviti per ampliare il profilo organolettico. Dopo cinque anni di affinamento sui lieviti, con un dégorgement nel 2019, dosaggio zero il ’61 Nature Blanc de Blancs 2013 è pronto per l’assaggio.

Il colore è giallo paglierino intenso, aroma affascinante, bouquet floreale di glicine e tiglio, note fruttate di susine e mele, profumi agrumati e nuance di frutta secca e nocciole. Al palato il vino è fresco, caratterizzato da una buona struttura supportata da una vivida acidità, la sapidità finale conferisce dinamismo e tensione gustativa. La verticalità e la persistenza al palato ne fanno un millesimato intenso e appagante, amplio e profondo.

 

 

BERLUCCHI ‘61 NATURE ROSÉ 2013

100% pinot noir

94/100

La prima annata di produzione è stata la 2011 e le uve provengono da vigne di proprietà coltivate esclusivamente a Pinot Nero situate nel comune di Corte Franca: Ragnoli, Quindicipiò e Gaspa, tutti con età media di più di 20 anni. I vigneti sono allevati a cordone speronato e condotti secondo regole agronomiche rispettose dell’ambiente, ad alta densità (10mila ceppi per ettaro). Le alte fittezze d’impianto aiutano a enfatizzare le caratteristiche varietali delle uve, sia in termini di maturità fenolica che tecnologica.

La vigna Ragnoli è situata su terreni di origine fluvioglaciale idonei alla vinificazione in bianco e conferisce mineralità ed equilibrio. La vigna Quindicipiò localizzata su terreni ben ventilati di origine morenica in media collina, con suoli leggeri e poco profondi ricchi di ciottoli, conferisce uve perfettamente sane dove la maturazione tecnologica e fenolica sono perfettamente in equilibrio, adattandosi perfettamente alla vinificazione in rosato. Infine la vigna Gaspa situata su terreno morenico sottile, poco profondo e ghiaioso dona uve molto mature ricche e concentrate scelte per essere vinificate in rosso con macerazione prefermentativa.

Il ‘61 Nature Rosè 2013 rappresenta “tutti i colori del Pinot Nero”. La fermentazione alcolica è avvenuta in serbatoi inox a temperatura controllata, per preservare i profumi, con un affinamento di 6 mesi a contatto con i lieviti, che conferisce maggior struttura e complessità. La fermentazione malolattica non è stata svolta per preservare la “tensione” gustativa del vino e permettergli di esprimere la componente fruttata.

La vinificazione in bianco avviene utilizzando presse a piano inclinato, concepite per la pressatura soffice e progressiva dei grappoli con frazionamento dei mosti per il Pinot Nero vinificato in bianco. I vini scelti per ‘61 Nature Rosè 2013 provengono dal mosto fiore, 30 litri ogni 100 chili di uva. La vinificazione in rosato prevede la separazione del raspo dall’acino (unico caso in cui questa pratica è consentita da Disciplinare di produzione), la macerazione a freddo per 24h delle uve e successivamente pigiate in maniera soffice, in assenza di ossigeno: il colore che risiede nella buccia migra nel succo dando dei mosti con una colorazione rosa intenso brillante. Una piccola quota di Pinot Nero del vigneto Gaspa è vinificata in rosso con macerazione fermentativa per circa sette giorni.

Il sapiente assemblaggio di queste tre declinazioni del Pinot Nero crea la “quadratura del cerchio” tra acidità, morbidezza, complessità aromatica e finezza. Dopo cinque anni di affinamento sui lieviti, dégorgement nel 2019, il ’61 Nature Rosè 2013 è pronto per l’assaggio.

Colore rosa corallo, toni floreali di rosa, fiori di pesco, note fruttate di arancia, pompelmo rosa, melograno, lampone, ribes e mandorla. Al palato è fresco, di grande equilibrio, leggiadra la trama tannica del Pinot Nero macerato, con un piacevole finale minerale. ’61 Nature Rosè 2013 rappresenta la più pura espressione del Pinot Nero coltivato in Franciacorta, creando un perfetto connubio delle sue molteplici sfumature.

 

 

berlucchi.it