VELENOSI, STORIA DI AMORE E PASSIONE

Velenosi nasce nel 1984 grazie alla determinazione di Angela e di suo marito Ercole, allora ventenni, che decidono di entrare in agricoltura coniugando la tradizione artigianale e la tecnologia moderna, dando vita a un’azienda che oggi porta nel mondo i profumi e le sfumature del territorio piceno attraverso vini dal carattere unico.

Angela Velenosi

Marianna Velenosi

Lavorare con passione, il punto distintivo di Angela che in questo anno difficile non si è fermata cercando di stare vicino ai suoi dipendenti e ai suoi clienti con nuovi format di comunicazione e vendita, affiancata dai figli, soprattutto dalla bellissima Marianna, laureata in Economia Aziendale, che ama rifugiarsi tra i filari di viti per sentire il profumo della sua terra, il Piceno. I vigneti si trovano sulle colline che si allungano verso il mare, con un terreno, argilloso e fertile, che raccontano la tradizione picena attraverso vitigni autoctoni e internazionali. Oggi l’azienda possiede 145 ettari, di cui il 50% è certificato biologico, ma tra due lo sarà tutta l’azienda.

 

Velenosi

La degustazione

 

Gold Gran Cuvée 2009

70% Chardonnay – 30% Pinot Noir

92/100

Le uve provengono da vigneti di proprietà coltivati a Guyot situati nel Comune di Ascoli Piceno, a un’altitudine di 200 metri, su un terreno di medio impasto che tende al sabbioso, con ottime escursioni termiche tra giorno e notte tali da favore lo sviluppo dei terpeni. La fermentazione alcolica avviene in acciaio a temperatura controllata per 10 giorni. Affina sui lieviti 9 anni con un dégorgement nel 2019 e un dosaggio di 3 g/l. Color giallo oro, all’olfatto nuance fruttate di pesca bianca, note agrumate dolci di cedro, un affascinante bouquet floreale di fiori d’arancio e aromi di frutta secca, mandorle e noce. Al palato fresco e sapido, con ritorno delle note agrumate, sentori di frutta tropicale con un finale di una dolcezza gradevole e una lunga persistenza dovuta alla lunga permanenza sui lieviti, ma anche una nota salina data dai terpeni.

 

Rêve 2018

100% Pecorino Offida Docg

93/100

Prima vendemmia nel 2009, con uve dei vigneti di proprietà situati nei Comuni di Ascoli Piceno e Castel di Lama, ad un’altitudine di circa 200 metri, con esposizione a nord e un terreno di medio impasto e sabbioso. Le vigne sono allevate a Guyot con una densità di impianto di 5.000 ceppi per ettaro e una resa di 70 quintali/ettaro.

Dopo la diraspatura, le uve subiscono una leggera criomacerazione prima della pressatura soffice. La fermentazione alcolica avviene in vasche di acciaio e a fermentazione avviata il 50% del mosto-vino viene trasferito in barrique nuove di rovere francese, dove termina la fermentazione e rimane per circa 6 mesi sulle fecce, quindi viene travasato in vasche d’acciaio, senza separarlo dalle fecce fini per ulteriori 9 mesi ad una temperatura di 10°. Il restante 50% del mosto fermenta in acciaio. In entrambi i prodotti, terminata la fermentazione, si effettua il bâtonnage ogni tre giorni. Nel mese di dicembre le due masse (vino fermentato in barrique e vino fermentato in acciaio) vengono separate dalle fecce fini e unite. Due anime che si fondono in un unico, strabiliante vino.

Vino di colore giallo paglierino con riflessi dorati, bouquet di fiori bianchi all’olfatto, note agrumate, lime, pompelmo e buccia di agrume, aromi intensi di frutta bianca, pesca, nespola, di erbe aromatiche come il basilico, di mandorla e di miele. Elegante struttura e profondità al palato, con una bella acidità e freschezza. Vino coinvolgente, profondo sapido e molto persistente. Lascia pensare a uno Chablis.

 

 

Versosera

Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Docg 2018

95/100

Uve dei vigneti di proprietà situati nel Comune di Controguerra, ad un’altitudine di circa 260 metri, e un terreno di medio impasto ricco di scheletro. Le vigne sono allevate a Cordone Speronato con una densità d’impianto di 5.000 ceppi per ettaro e una resa di 60 quintali/ettaro. La vinificazione avviene in fermentini di cemento termocondizionati, con un affinamento in botti grandi da 30 HL per circa 10 mesi.

Rubino vivo, profumi profondi e persistenti che all’olfatto svelano aromi di frutti di bosco, more, amarena e prugna, note di liquirizia e grafite, tabacco biondo su di un sottile fondo di vaniglia, nuance di spezie dal fascino straordinario, erbe aromatiche, salvia, eucalipto con una chiusura mentolata e balsamica. Palato equilibrato dai morbidi e rotondi tannini e da una buona freschezza, elegante, di grande complessità, e progressione gustativa, con una lunga persistenza fruttata. Vellutato alla beva, con una piacevolezza che dal palato si fissa nella mente. È un vino che si può bere ad ogni occasione, che non ha bisogno di abbinamenti ideali ma solo tramonti mozzafiato e lo spazio di un pensiero rivolto a noi stessi. Vino che rappresenta lo spirito Velenosi e la maturità che hanno raggiunto.

 

 

 

velenosivini.com