BELVEDERE COLLECTIVE

Fin dalla sua nascita nel 1993, Belvedere Vodka ha dimostrato una grande affinità con il mondo dei bartender, che ne hanno sempre apprezzato la qualità, i valori, il processo di produzione e il patrimonio di conoscenze. Oggi, per celebrare questa storica sintonia con la mixologia, Belvedere Vodka ha dato vita alla sua prima community di bartender con il nome di Belvedere Collective. Sono stati selezionati 12 bartender con background, tecniche e gusti molto diversi tra loro, ma con un ideale comune: il carattere distintivo e inimitabile di Belvedere Vodka, in grado di conferire ai cocktail un sapore unico, grazie alla segale. L’obiettivo del Belvedere Collective è di riaccendere nei bartender la passione per la vodka, creando una community coesa, motivata, ricca di idee e ispirazioni per il futuro. I 12 membri fondatori del Belvedere Collective avranno l’onere e l’onore di essere i mentori della bar community di domani, attraverso la formazione, i training e le relazioni interpersonali.

 

Ecco chi sono le 12 personalità scelte per il Belvedere Collective

 

Elena Airaghi

Super G – Courmayeur

 

Matteo Di Ienno

Il Locale – Firenze

 

Paolo Viola

Terrazza Calabritto – Milano

 

Carlo Simbula

The Spirit – Milano

 

Franco Tucci Ponti

The Yard – Milano

 

Riccardo Soncini

The Craftsman – Reggio Emilia

 

Massimo Mottura

Shed Lounge – Busto Arsizio

 

Manuel Quintiero

Casa Mia – Milano

 

Lorenzo Coppola

Zuma – Roma

 

Stefano Agostino

Mandarin Oriental – Milano

 

Gabriele Tammaro

Octavius Bar – Milano

 

Mirko Turconi

Piano 35 – Torino

 

 

Belvedere Collective significa ispirazione e collaborazione, significa creare qualcosa di bello, scoprire l’unicità nascosta sotto l’apparenza. Quello che davvero rende unico e stimolante questo progetto è vedere come un gruppo di persone così eterogeneo abbia legato subito in modo affiatato e costruttivo, scambiandosi idee sui trend della miscelazione, della sostenibilità, del futuro dei bar. Da semplici colleghi sono diventati amici, mentori, compagni di viaggio. Questa è l’unicità premiante di un settore vasto ed eterogeneo, ma allo stesso tempo intimo e stimolante. C’è sintonia tra i membri del Belvedere Collective, con così tante idee si riuscirà forse a iniziare una nuova era nel mondo della vodka.

Il Belvedere Collective è stato lanciato il 21 gennaio 2019 durante un evento dedicato proprio ai bartender, il Belvedere Retreat, una giornata all’insegna del relax, del team building, delle esperienze uniche, della condivisione. I 12 bartender sono stati invitati a Courmayeur insieme a 9 influencer di Belvedere Vodka per un lunedì insolito, tra cocktail, Champagne, piatti tipici, trattamenti in SPA, voli in elicottero sul comprensorio del Monte Bianco, dinner show in quota. Ciascuno di loro ha ideato un cocktail con una delle due Belvedere Single Estate Rye, le due eccellenze di Belvedere che testimoniano per la prima volta l’influenza del terroir anche nel mondo della vodka.

Belvedere Single Estate Rye Lake Bartężek e Smogóry Forest raccontano, infatti, la storia di una segale esclusiva, di un’abilità artigianale senza pari e di due terroir unici, una collezione che incarna il risultato dell’impegno di Belvedere Vodka per creare una vodka che valorizzi la segale coltivata in un solo appezzamento, per dare vita all’essenza degli esclusivi terroir da cui proviene. Belvedere Lake Bartężek è una vodka fresca e delicata che racchiude in sé la calma dei laghi glaciali del terroir dove viene prodotta e contrasta con la personalità audace e complessa di Smogóry Forest e delle sue fitte foreste. In poche parole, queste due varietà di vodka sono un omaggio ai terroir in cui sono nate.

Il Belvedere Retreat si ripeterà ogni anno il terzo lunedì di gennaio, contemporaneamente in tutto il mondo, per tutti i bartender “amici” di Belvedere. Una giornata dedicata a fare network, a incontrarsi e brindare al mondo della mixologia.

 

belvederevodka.com

 

Photo credits ©G A Mocchetti