BOLLINGER RD 2002

James’ Tasting Private Edition

Nessun voto, nessuna foto

Solo private emozioni

 

L’aroma di una statua d’oro massiccia custodita all’interno di una cattedrale gotica. Il tratto rotondo, scuro e luminoso che esce dal pennello di Rubens. E’ uno champagne tumultuoso e barocco, eroico e ridondante, come le curve sinuose e straripanti dei corpi dipinti dal genio fiammingo.

Siamo in un Castello in Cornovaglia, in una stanza da letto drappeggiata di spessi tessuti a tema floreale, riposando su un letto a baldacchino d’ottone, con effluvi di umidità pietrosa e metallica, prima di volare nella foresta delle Ardenne, passeggiando in un prato ricoperto di funghi e foglie color granata. Ripariamo in un magazzino di legno di acero, ricolmo di sacchi di yuta carichi di semi di caffè etiope pronti per la tostatura.

Uno champagne infinito, assoluto, monopolizzante, un‘epifania improvvisa di emozioni arcaiche e avvenieristiche.