SPECIALE MONGARDA

É molto difficile oggi raccontare un calice di Prosecco, un mondo eterogeneo dove è fondamentale sapersi districare nella vastità dell’offerta. Prosecco, definito come vino bianco ottenuto principalmente dalla bacca Glera, prodotto sia in Veneto che in Friuli, trova la punta di eccellenza, la massima espressione della sua identità in quel territorio che da Conegliano porta a Valdobbiadene, cuore produttivo e capitale culturale, Patrimonio dell’Umanità per Unesco. In un concerto di pendii scoscesi, versanti di colline chiamate localmente Rive, con inclinazioni da viticoltura eroica e vigne lavorate senza ausili meccanici, i filari sembrano come appesi tra cielo e terra in uno scenario spettacolare. Ti rendi conto senza troppa difficoltà che il concetto di Prosecco qui cambia radicalmente e trova, in un microclima unico a cui concorrono brezze, sole, le Alpi a nord, il mare a sud, e terreni di conglomerati calcarei ricchi di magnesio e ferro, un’identità autentica. Piccole realtà riescono poi a lavorare con rigore e altissima qualità produzioni legate ad antiche varietà, a vecchie vigne, ad ancestrali tradizioni di vinificazione. Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG: perché qui tutto ha un senso diverso, perché ritrovi quel sapore della vite, quella delicatezza della Glera che insieme a Bianchetta, Verdiso e Perera, parla il linguaggio del valore. A Col San Martino, frazione di Farra di Soligo, proprio nel centro di quest’area più vocata, l’azienda famigliare Mongarda ha scelto un’altra storia da raccontare. Fondata da Bruno Tormena nel 1978, vede oggi il contributo del figlio Martino in una continuità di valori e di passione che danno vita a quattro interpretazioni di Valdobbiadene molto diverse tra loro “Ogni 100 metri qui cambia il profilo del vino” racconta Martino Tormena, “ogni vigna ha una storia propria, come ogni versante. Si fa tutto a mano, non c’è alcuna meccanizzazione e grazie alla presenza di boschi, di gelsi, frassini e salici tra i filari e, di vari biotipi della medesima varietà, cerchiamo di preservare l’identità dei nostri vitigni. Lavoriamo ciascun appezzamento in modo differente per esaltarne le peculiarità, mettendo da parte l’approccio tecnico per far emergere le differenze che vogliamo diventino sempre più oggettive, sempre più evidenti”.

Quattro etichette: Brut Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, Extra Dry Valdobbiadene Prosecco Superiore, Col Fondo Glera Colli Trevigiani IGT e Dosaggio Zero Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG; sei parcelle, San Gallo, Rive Alte, Belvedere, Mongarda, Muliana, San Giorgio per un totale di circa 12 ettari e una produzione di 60mila bottiglie. Un lavoro di legame territoriale importante e profili gustativi definiti, circoscrivibili: nessun concime sintetico o diserbante, nessuna produzione che non sia in armonia con la terra; il compost dai tralci di vite, il sovescio, il letame. Vinificazioni separate con lieviti indigeni e fermentazioni avviate con Pied de Cuvée. “Siamo innamorati del nostro territorio. Vendemmia dopo vendemmia ci ritroviamo nei nostri vini che raccontano noi stessi, il nostro lavoro”.

 

 

JAMES’ TASTING

VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE DOCG Dosaggio Zero

93/100

Il Metodo Classico che spariglia le carte in tavola. Ventiquattro mesi di affinamento e una cremosità che si lega ad un sorso accogliente, estremamente fresco e sensuale. Zero dosaggio, grande equilibrio e un solo linguaggio: Valdobbiadene. Prodotto esclusivamente nelle migliori annate dalle uve del vigneto di Mongarda, porta con sé il lavoro attento e l’amore per il territorio. Profumi floreali si intrecciano alle note calde di frutta candita, mentre l’acidità segna un incedere continuo.

 

JAMES’ TASTING

COL FONDO GLERA COLLI TREVIGIANI IGT

92/100

È l’espressione contadina di una terra generosa, dove le antiche tradizioni venete rivivono in una quotidianità di gesti, di momenti, di sorsi. Rifermentato o sur lie, alla francese, è prodotto dalla rifermentazione in bottiglia di uve Glera e altre varietà, da vecchie vigne su versanti differenti. Né sboccato e né dosato è un concentrato di freschezza e piacere.

 

 

JAMES’ TASTING

BRUT VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE DOCG

91/100

Moderna espressione di Valdobbiadene Prosecco, punto d’incontro tra piacere e franchezza. Metodo Martinotti, in autoclave per circa quaranta giorni, e un residuo zuccherino di soli 3 gr/litro, portano nel calice un sorso elegante che si adagia sulle note di fiori e un lieve frutto maturo. Bellissima bevibilità che trova sia il vitigno, che il territorio.

 

JAMES’ TASTING

EXTRA DRY VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE DOCG

91/100

Un’esperienza che scardina ogni preconcetto per vivere, nel pieno bilanciamento di ogni componente, ancora una volta la vigna. Glera da singolo vigneto, rifermentazione in autoclave per quaranta giorni e un residuo zuccherino di 11 gr/litro per degustare un classico della tradizione in una veste che stupisce per la sua grande raffinatezza.

 

 

 

mongarda.it