BELLEVUE HOTEL & SPA, CHARME IN VALLE D’AOSTA

Il Bellevue Hotel & Spa si trova a Cogne, all’interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso, ai piedi dell’omonimo ghiacciaio, nel cuore di un territorio popolato da camosci, stambecchi, marmotte e mucche al pascolo. Un vero paradiso per chi cerca un luogo dove rilassarsi, ma anche praticare lo sci, soprattutto quello di fondo, di cui Cogne è la regina tra le località di montagna. Possiede infatti 80 chilometri di piste e 12 anelli ed è la destinazione perfetta per praticare questo sport, sia da principianti che da esperti. La valle di Cogne, a differenza delle altre valli della regione, è orientata in direzione est-ovest e ed è contraddistinta da un microclima impareggiabile. L’hotel è una vera bomboniera, dove l’atmosfera che si respira è quella di un’antica dimora, unica per posizione, décor e storia.

Sono 39 le camere e suite, differenti una dall’altra, arredate con mobili d’epoca: da quelli più pregiati in legno di noce, a quelli realizzati con materiali poveri come il legno di abete o larice, così come gli oggetti appesi alle pareti, testimonianza della vita rurale e povera della montagna, insieme a una collezione di quadri di valore.

Nelle camere, poi, i letti rustici provengono dalla famiglia Jeantet-Roullet, ed erano quelli utilizzati dai loro avi. Ad esempio, nella camera n.202 c’è un letto a baldacchino costruito a fine ‘600, nella 302 il letto in abete è stato scolpito con l’ascia, mentre nella 103 c’è un letto rinascimentale proveniente dal castello di Verzuolo (Cn), quello della 606 invece è stato ricavato da una cassapanca. In fondo al corridoio di ogni piano esistono letti e culle per bambini ancora usati dai piccoli ospiti.

La suite più ambita è “Il Nido degli Angeli” di 80 mq, che dispone di ampie vetrate panoramiche a 180° sul Gran Paradiso e sul prato di Sant’Orso. Si compone di un ampio soggiorno con caminetto ad acqua, letto a baldacchino, due bagni di cui uno con una vasca che, grazie a un sistema innovativo, esce a sbalzo all’esterno, pur restando circondata da pareti in vetro e una terrazza coperta.

Il Bellevue Hotel & Spa dispone di un’area benessere di 1.200 mq “Le sorgenti del Grand Paradiso” con due piscine aperte tutto il giorno (dalle 8 del mattino alle 20 di sera): la principale è aperta anche ai bambini, mentre la seconda al piano inferiore, con sali minerali, solo ai maggiori di 14 anni. Gli ospiti hanno disposizione idromassaggi di vario tipo: a lettino, a poltrona, postazioni per il linfodrenaggio, lame d’acqua e cascatelle. La temperatura dell’acqua è compresa tra i 32 e i 34 gradi a seconda della vasca. La piscina a sali minerali, ai piedi dell’enorme riproduzione del dipinto ‘La fontana della giovinezza’, utilizza un nuovissimo sistema di mineralizzazione delle acque denominato ‘Magnapool’, ovvero una miscela di minerali di magnesio e cloruro di potassio che viene assorbita attraverso la pelle a livello cellulare e disintossica l’organismo favorendo la riduzione dello stress, dell’ansia e dei dolori. Inoltre l’acqua è inodore, non lascia residui sulla pelle, non scolorisce i capelli, è molto delicata e terapeuticamente efficace anche su pelli sensibili.

Sempre a questo piano si trovano saune, grotte e bagni di vapore. Fra i trattamenti imperdibile è il “Bagno di Cleopatra“, da effettuare in coppia in un autentico chalet di montagna del XVIII secolo: immersi in acqua, latte e miele, brindando con una coppa di Champagne prima di completare il percorso rilassandosi su un letto di paglia. O il “Bagno di Re Vittorio” immersi in acqua e vino di montagna cotto con le erbe e le bacche delle montagne di Cogne, spezie e miele.

Nella “Grotta dell’Orso” viene invece proposta la terapia Rasoul con due tipi di argille che facilitano l’eliminazione delle tossine: l’argilla verde, lievemente alcalina, ricca di potassio e dalle proprietà battericide, antiinfiammatorie e assorbenti, per il corpo; e l’argilla ghassoul proveniente dal Marocco, ricca di minerali e di proprietà saponifere che favoriscono una pelle liscissima per il viso. È estremamente indicata per schiarire le macchie della pelle e per eliminare le impurità.

Sono quattro i ristoranti del relais e tutti utilizzano prodotti del territorio e aromi dell’orto. Le Petit Bellevue, il gastronomico con soli sei tavoli, condotto dall’executive chef Antonino Giovinazzo, dove vengono proposti i sapori della montagna, accanto a quelli mediterranei. Il Bellevue aperto al mattino per la prima colazione fino alla cena con un menu alla carta di terra e di mare. Il Bar à Fromage è invece dedicato alla cucina tradizionale valdostana: in un ambiente accogliente con camino con griglia vengono serviti piatti da condividere come la tipica fonduta Maison, la raclette tradizionale o con formaggio di capra, l’Ecorce de Sapin dans sa boîte (formaggio cremoso fuso con patate quarantine, mocetta e verdurine in agrodolce). E la Brasserie du Bon Bec, con specialità del luogo come polenta alla valdostana, la Pierrade (carne e verdure cotte alla losa, una piastra in pietra), gnocchetti di polenta con ragù di cinghiale e le varie fondute.

I suggestivi interni del Bar à Fromage

Il Bellevue Hotel & Spa riserva anche due “chicche”: la cantina, dove sono custodite circa 15.000 bottiglie con 1500 etichette selezionate dal sommelier Rino Billia, che nel 2019 ha vinto la seconda edizione del prestigioso Premio Michelin “Passion for Wine“. Infine la cantina dei formaggi, luogo ideale per la stagionatura dei migliori formaggi della Valle d’Aosta e delle Alpi italiane, anche se non mancano Parmigiano e alcune tipologie tra le più eccellenti del meridione d’Italia. Il Bellevue Hotel & Spa è affiliato alla catena francese Relais & Châteaux, rappresentando al massimo le cinque caratteristiche che contraddistinguono l’associazione: Charme, Courtoisie, Caractère, Calme e Cuisine.

 

hotelbellevue.it