ZILLERTAL, LA VALLE PERFETTA

Nella parte meridionale del Tirolo, a soli 40 km da Innsbruck, si snoda una vallata amena dal fascino caratteristicamente Tirolese: la Zillertal. Una meta ideale in ogni stagione dell’anno, molto amata soprattutto da chi ama lo sport, la vita attiva e per chi viaggia con tutta la famiglia. E’ contraddistinta da una particolare ampiezza e moltissime ore di sole al giorno, e soprattutto dallo splendido paesaggio naturale delle Alpi di Tux, le Alpi di Kitzbühel e le Alpi del Parco Naturale della Zillertal.

In inverno questa valle vanta comprensori sciistici pluripremiati e considerati tra i più belli d’Europa con rifugi straordinari dove celebrare l’après-ski e panorami davvero impressionanti su ben 55 vette che superano i 3000 metri. Su 487 chilometri di piste, perfettamente preparate, il divertimento per grandi e i più piccoli è garantito. Inoltre, il Zillertaler Superskipass consente, con un solo biglietto, di accedere a tutti gli impianti di risalita.

SPORT INVERNALI

Pluripremiati e apprezzati a livello internazionale, i comprensori della Zillertal attirano ogni anno ospiti da tutto il mondo. Con 4,7 punti su 5,0 di gradimento il comprensorio Kaltenbach – Hochzillertal/Hochfügen (SKI-optimal), nella parte alta della Zillertal, è l’area sciistica più amata e una vera mecca nella stagione invernale. È uno dei comprensori più grandi della Zillertal con 85,6 km di piste particolarmente ampie, 36 impianti di risalita, 600 sdraio per godere del sole, 400 canoni da neve a garantire l’innevamento artificiale ed è tra quelle con il dislivello più importante dell’Austria di ben 1778 m dai 600 m a valle ai 2378 m in quota e, infine, il comprensorio con il miglior rapporto qualità-prezzo (costo del giornaliero 54 € per gli adulti, 24,50 per i bimbi).

Perfetto per principianti come anche per veri appassionati, offre discese con pendii favolosi e di tutti i livelli di difficoltà. La parte prevalente delle piste, ovvero il 48%, è di media difficoltà e quindi praticabile per la maggior parte degli sciatori. Moderne cabinovie e seggiovie, spesso con cupole di protezione e sedili riscaldati, portano dal paesino di Kaltenbach al comprensorio sciistico. Imperdibile a Hochzillertal è una ascesa nella cabinovia VIP ultra-lusso: l’interno è stato progettato da BMW Individual con poltrone in cuoio con funzione massaggio e un sistema d’intrattenimento multimediatico, che solitamente si trova solo nell’ammiraglia, la BMW serie 7.

Il comprensorio di Spieljoch – Fügen, più raccolto e perfetto per le famiglie, si trova nella parte iniziale della Zillertal, a Fügen, località chiamata anche “Erste Ferienregion im Zillertal”. Spieljoch – Fügen è il primo comprensorio sciistico nella Zillertal, aperto dall’8 dicembre 2018 al 22 aprile 2019 e grazie alla nuova cabinovia a 10 posti “Panoramabahn Geols“, che sale dalla Pankrazberg Landesstraße (a metà strada per Hochfügen) al comprensorio sciistico, quest‘area studiata per le esigenze alle famiglie, vanta 17 km di piste di diversi livelli di difficoltà, di cui la parte predominante di media difficoltà, ovvero le classiche “piste rosse” preparate eccellentemente. Il dislivello, anche in questo caso è notevole e va dai 650 m a valle ai 2054 m in quota. Il giornaliero costa euro 54 € per gli adulti, 24,50 per i bambini. Lo Spieljoch investe molto nella preparazione delle piste tanto da renderle perfette anche di pomeriggio. Notevoli sono i due tappeti per principianti e un baby-lift per i primi passi sulla neve. E durante una vacanza invernale nella Zillertal non può di certo mancare una discesa in slittino: con ben 5,5 km la pista dalla stazione a monte alla stazione intermedia garantisce divertimento per grandi e piccini. Per rifocillarsi si sale al “Mountain Lodge”, la pizzeria più alta del Tirolo a 1700 metri dove un pizzaiolo veneziano propone le sue specialità.

Gli amanti dello sci estremo, invece, apprezzeranno il ghiacciaio di Hintertux (3250 m), dove è possibile sciare in condizioni sempre ottimali su 59 km di piste, 365 giorni l’anno. Il comprensorio si trova a un’altitudine tra i 1500 e i 3250 m. Il Hintertuxer Gletscher si contraddistingue per la neve garantita al 100% e la neve farinosa, anche qui, sempre preparata al meglio.

Oltre allo sci alpino, la Zillertal offre la possibilità di praticare lo sci da fondo su oltre 70 km di anelli perfettamente preparati. L’anello ad alta quota della Gerlosplatte, a 1640 metri di altitudine, è l’anello da fondo a quota più alta, nel Parco nazionale degli Alti Tauri. Sui sentieri escursionistici invernali battuti della Zillertal si può ammirare il paesaggio innevato dal suo lato più idilliaco. Con le ciaspole ai piedi, gli ospiti possono decidere liberamente dove incamminarsi per scoprire la natura intatta. Inoltre, tutti i comprensori dispongono di veri e propri miniclub, i “Zwergerl Club “, ai quali affidare i bimbi dai 3 mesi ai 7 anni dalle ore 9.00 alle ore 16.00.

 

TERME

Dopo una giornata in pista o sugli anelli di fondo, concedetevi una visita alla “Zillertal Terme” di Fügen e provate l’ebbrezza di una discesa dal “Black Hole”, lo scivolo ad acqua più lungo di tutta l’Austria occidentale (133 metri). Il centro termale offre divertimento garantito per i bambini e un programma di riposo e relax per gli adulti in cerca di pace e distensione. La grande piscina termale è riscaldata tutto l’anno a 34° ed è accessibile tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 22. Attraverso la facciata di vetro del bar panoramico ci si può rilassare con snack e rinfreschi e lasciar vagare lo sguardo sul paesaggio invernale che circonda le Terme.

 

GASTRONOMIA

La Zillertal è anche conosciuta e amata per i piaceri del palato che riserva agli ospiti, sia in quota, sia a valle: in quota presso la “Wedelhütte” con il terrazzo panoramico “Sky Terrazza” dove gustare ottimo DRY AGED Beef oppure la “Kristallhütte” a 2147 metri con vista panoramica a 360°. A valle, i formaggi della “Zillertaler Heumilch Sennerei”, il caseificio didattico che lavora il latte di fieno di altissima qualità, sono una vera delizia. Questo super-latte arriva direttamente dai masi di montagna della Zillertal e si distingue nettamente dal latte comune: il latte da fieno è squisito, sostenibile, fa bene alla salute e per produrlo le mucche vivono bene. Quando in un allevamento le mucche vengono alimentate principalmente con erba fresca o essiccata, a seconda delle stagioni, producono un latte molto diverso da quello che normalmente si trova in commercio: si tratta del cosiddetto latte da fieno.

La produzione del latte di fieno è accuratamente regolamentata da un disciplinare dell’Unione europea che prevede il divieto di somministrazione agli animali di insilati (foraggi fermentati) e di mangimi ogm, ma soprattutto che la quota di fieno, paglia e pula (mangimi grossolani ricchi di fibra) mangiata ricopra almeno il 75 per cento della sostanza secca annua. In pratica, quando possono stare libere in primavera e in estate, le mucche mangiano l’erba fresca e i fiori dei prati; in autunno e in inverno, quando il clima s’irrigidisce, le mucche scendono dai pascoli e passano più tempo in stalla: qui si nutrono di erba secca, quindi di fieno. Il latte da fieno inoltre è più digeribile del comune latte ottenuto con una dieta a base di mangimi industriali e possiede un maggior contenuto di omega-3, acidi grassi molto importanti per il benessere dell’organismo perché influiscono positivamente sul nostro sistema cardiocircolatorio. Non contenendo residui di pesticidi e di diserbanti, infine, il latte da fieno non ci sottopone al rischio di contaminazioni da sostanze chimiche di sintesi. La visita guidata mostra dall’alto, attraverso grandi vetrate, il lavoro quotidiano del casaro, le tecniche di produzione del formaggio e del burro, appunto esclusivamente a base di latte da fieno.

Il piccolo museo annesso racconta la storia del caseificio e i metodi di produzione di un secolo fa. Segue la degustazione dei prodotti nel negozio dell’azienda. Tipico del Tirolo è il Graukäse (Formaggio Grigio), molto magro con meno del 2% di grassi, prodotto con il latte residuo della lavorazione del burro, senza caglio, a coagulazione acida. Oggi è un formaggio molto richiesto e amato dai buongustai, ma rimane il tipico formaggio di un’economia povera che utilizzava ogni rimanenza della lavorazione.

 

Stille Nacht, heilige Nacht

Nel 1819 dal Zillertal si diffonde il famoso canto natalizio più popolare al mondo, Astro del ciel, tradotto in 230 lingue: oggi, a distanza di 200 anni una mostra temporanea, suddivisa su 50 sale, ripercorre la storia di questo canto presso il museo di storia e cultura locale della valle Zillertal, situato nella casa “Widumspfiste”, uno degli edifici più antichi della località Fügen, menzionato per la prima volta nel 1150 d. C. e il castello barocco di Fügen. Un reparto del museo è completamente dedicato al gruppo musicale “Zillertaler Nationalsänger”, che hanno portato il famoso brano natalizio “Stille Nacht” nel mondo. I visitatori hanno la possibilità di avventurarsi in un percorso che spiega la storia e l’origine di questa canzone e ammirare scritti, documenti e foto originali risalenti al periodo in cui è stato composto il brano. Una parte di questa mostra è inoltre dedicata al costruttore di organi Karl Mauracher che ha portato la canzone da Oberndorf vicino a Salisburgo, dove è stata composta, a Fügen nella valle Zillertal da dove è stata poi diffusa nel mondo. La mostra è accessibile fino al 03/02/2019 dalle ore 13 alle ore 17.

 

DOVE SOGGIORNARE

Che si decida di dormire in una semplice pensione a gestione famigliare o in un hotel a 5 stelle, servizio e accoglienza saranno sempre autentici e cordiali.

Coppia: a Uderns, direttamente sul campo da Golf una scelta sempre valida è la Sportresidenz Zillertal ****S (www.sportresidenz.at), un piccolo boutique hotel con 20 camere, defilato e incastonato al cuore del campo da Golf a 18 buche, è un vero rifugio per chi cerca silenzio, linee architettoniche pulite e servizi ineccepibili. Propone trattamenti benessere nel centro benessere “Cloud7” dove ci si fa viziare con trattamenti di Ligne St.Barth pensati per la stagione fredda. Imperdibile un tuffo nell’infinity-pool con vista mozzafiato. Alla Sportresidenz Zillertal ****S si soggiorna da € 117 a persona.

Famiglia: Centralissimo, l’Alpina-Zillertal Family-Lifestyle Kinderhotel ****S (https://www.alpina-zillertal.at) a Fügen, in posizione strategica a pochi passi dagli impianti di risalita dei Spieljoch-Fügen, il comprensorio per le famiglie. Con pavimenti in legno biologico certificato, ben due centri benessere, uno per gli adulti e uno per i bimbi, una programmazione studiata ad hoc per le famiglie e gli ospiti più piccoli, spazi per muovere i primi passi sulla neve. Il pacchetto “happy family winter” offre il trattamento di pensione completa all-inclusive e un buono benessere del valore di € 15 a partire da € 1.268 a persona.