SPECIALE LODALI

Ad un certo punto succede. Che la complessità del luogo sfidi la bravura del produttore, e che denominazioni come Barolo e Barbaresco si cimentino in un felice confronto domestico. L’azienda agricola è quella di Walter Lodali, una realtà storica del comune di Treiso che vanta orgogliosamente una produzione risalente al 1939, oggi riferimento indiscusso per etichette molto pregiate. “La qualità è per me un valore assoluto” afferma Walter, che ha deciso per i propri clienti “il meglio oppure niente”. Meticoloso, preciso, appassionato, ama le sue Langhe, i suoi paesaggi, le colline vitate e il Nebbiolo, oltre ogni misura. In lui c’è tutta l’introspezione del vignaiolo piemontese, un pragmatismo che lo conduce dopo la formazione alla scuola enologica di Alba a una solidità lavorativa per la quale, ancora molto giovane, erede precoce della propria azienda, si confronterà con successo con i grandi cru di Barbaresco e Barolo, deciso a entrare “addentro le cose del vino”, ricercando il luogo, la completezza, la maturità, l’unicità del vino e il valore del tempo. Giovanni, Lorenzo, Walter: un nonno, un padre, un figlio; le radici e il futuro con il cuore in Langa.

 

NEBBIOLO D’ALBA SANT’AMBROGIO 2019

93/100

L’espressione diretta, schietta e nitida di un Nebbiolo che ben rappresenta la filosofia dell’azienda Lodali. Vino di grandissima bevibilità, grazie alla vinificazione e l’affinamento in cemento che evocano l’essenza del vitigno, con profumi definiti di una florealità fresca che ricorda la rosa e la viola, di un frutto croccante e polposo che trova pieno riscontro in un sorso teso, piacevolmente salino.

 

BARBARESCO ROCCHE DEI 7 FRATELLI 2018

95/100

Dalle vigne di proprietà nel comune di Treiso, il Barbaresco Rocche dei 7 Fratelli è una delle meravigliose espressioni della produzione enologica di Walter Lodali. Il segno distintivo che lo lega in modo indissolubile alla geologia del suolo, in quello speciale legame che legge il terroir, è la sua rara eleganza, la classe vissuta appieno, sorso dopo sorso, che restituisce costantemente profonde emozioni. Rubino intenso con sfumature che virano alle tonalità del bruciato, è un calice di equilibrati accordi, una ruota di aromi che mostra il garofano, la rosa e il floreale appassito, i delicati frutti rossi maturi, i sentori di tabacco e tartufo. Asciutto, caldo, decisamente sapido, dal tannino setoso, perfettamente svolto, è un calice di ricercata percettività.

 

BAROLO BRICCO AMBROGIO 2017

95/100

Il sangue aristocratico del Nebbiolo nella sua espressione più regale, conferma la compiutezza raggiunta dal produttore alla continua ricerca di una perfezione basata sul piacere della godibilità. In un mix di frutto, mineralità, volume e grazia, Barolo Bricco Ambrogio 2017 è l’eloquente armonia risultato di un lavoro attento e, di pochi filari (2.70 ettari nel comune di Roddi) dalle vigne più giovani di quasi vent’anni. In un’annata segnata da una grande sanità delle uve ma di altrettanto calore, Barolo Bricco Ambrogio si mostra pronto, pieno nel suo volume e nel suo tannino già perfettamente maturo. Una combinazione di potenza ed equilibrio.

 

BARBARESCO LORENS 2016

96/100

 

Una punta di ruggine e una trasparenza cristallina illumina un calice intenso quanto raffinato. È Lorens, il Barbaresco – prossimamente in etichetta con la menzione geografica aggiuntiva “Giacone” – che porta nella sua memoria un passaggio generazionale e il lavoro infaticabile alla ricerca della piena completezza. Dedicato al padre Lorenzo, è un Barbaresco che accoglie tutta la grandezza del territorio. La tensione minerale s’intreccia con la ricercatezza della coerenza olfattiva, la lunghezza tannica che si adagia in una texture polverosa, impercettibile, tesa e arguta.

 

 

lodali.it