SALISBURGHESE, VACANZE CON LA “COSCIENZA PULITA”

Vivere o decidere di trascorrere del tempo libero nella zona del Salisburghese è un connubio tra pace dei sensi e natura. Il paesaggio dona viste mozzafiato, scorci incantevoli e avventure “da brivido” per i più coraggiosi.

Un land assolutamente naturale che ha preservato la sua autenticità territoriale. La zona è, infatti, tra i primi paesi Europei in materia di “organico” ed il 60% dei terreni agricoli nel Salisburghese sono coltivati secondo criteri biologici e biodinamici. L’ambiente, l’aria e il suolo seguono, in questa zona, delle linee guida molto rigorose che mantengono questo luogo protetto dal tempo e con esso anche i suoi paesaggi, noti a tutti per laghi, piccoli torrenti e ghiacciai. Tutto ciò sottolinea il riguardo che si ha nei confronti della qualità dell’ambiente e dunque della vita stessa. La sostenibilità nel turismo, inoltre, è da sempre l’obiettivo principale, tanto che da qualche anno nel Salisburghese si parla di “green travelling”.

Le attività che si possono svolgere sono molteplici e adatte a tutta la famiglia: dall’escursione al lago con pernottamento in un rifugio, alle passeggiate a dorso di un asino fino al workshop di yoga rigorosamente all’aria aperta.

A tal proposito nella Valle di Gastein, conosciuta per essere luogo ideale dove rifugiarsi per dedicarsi al benessere e alla salute, dal 12 al 21 ottobre c’è “Autunno di Yoga a Gastein – una fonte di ispirazione”, l’evento di respiro internazionale dedicato a tutti coloro che sentono il bisogno di ricaricare le proprie energie e di entrare in contatto con il proprio Io. Un ruolo importante è giocato dall’acqua termale, che unendosi agli altri elementi naturali, crea una cornice unica per questa iniziativa. L’evento verrà guidato da circa 40 maestri professionisti provenienti da tutto il mondo, che proporranno circa 300 lezioni in tre diverse location, il tutto ovviamente sarà ad alta quota. I Gastein Yoga Days sono riconosciuti come l’evento più grande nel suo genere in tutta Europa. Tutta la valle include una maxi area termale che sprigiona benessere in ogni angolo: tra le Alpentherme Gastein e le Felsentherme Bad Gastein, saune, bagni turchi, piscine con acqua termale naturale e aria balsamica sono a disposizione dei visitatori all’insegna del benessere e del relax.

A sottolineare la cura e l’impegno nei confronti dell’ambiente, ci sono i riconoscimenti ottenuti nell’ultimo decennio da alcune tra le più belle e curate zone del Salisburghese. Tra le tante che si possono citare Lungau; la regione di grande bellezza che si estende fra i monti Nockberge e i Bassi Tauri, che dal 2012 è stata proclamata Riserva della Biosfera dall’Unesco. Il paese di Seeham è il primo paese biologico austriaco che con l’80% delle sue aziende agricole convertite al biologico, nel 2015 ha vinto il premio austriaco per la protezione del clima, il “Klimaschutzpreis”. Nel 2009 è stato creato il BioParadies SalzburgerLand, un marchio di qualità che oggi comprende una trentina tra hotel, ristoranti, aziende agricole e gastronomiche volti alla sostenibilità. Inoltre, in aggiunta alla “via Culinaria” nel 2017, ha preso forma la nuova “via del gusto per bio-buongustai” che comprende 17 indirizzi per tutti coloro che sono interessati ad assaporare i sapori tipici del luogo, nonché ovviamente prodotti biologici.

In primis si intende valorizzare sono le risorse naturali: quel che si è cercato di fare è stato di trovare un connubio tra turismo, abitanti e produttori locali. Questi si sono resi disponibili, nelle diverse zone, ad aprire le proprie case o attività e a condividere con i turisti le loro attività quotidiane, regalando un’esperienza unica.

 

www.salzburgerland.com