LÜSNERHOF NATUR HOTEL, ALLE ORIGINI DEL BENESSERE

Dalle finestre della Casetta dei Bagni alpini si sente il picchio e i rami degli ontani, degli abeti, dei pioppi tremuli, si possono quasi toccare. Poco più sotto c’è il percorso wellness che costeggia il bosco e il torrente Gargitt, scandisce un’esperienza che ha ben pochi eguali in Alto Adige, una concezione innovativa di vacanza, che si ispira al benessere degli antichi, che per primi scoprirono l’importanza dei quattro elementi primordiali, acqua, terra, aria, fuoco, oggi rivisitati con sapienza nella filosofia del resort, dove le dieci saune distribuite nell’itinerario wellness, dentro e fuori la struttura, caratterizzano un unicum.

L’autentico stile alpino della facciata in legno non verniciato del Lüsnerhof Natur Hotel, ispirato ai fienili sud tirolesi, la bioedilizia impiegata nella costruzione dell’edificio e le scelte ecosostenibili di cui l’albergatore Franz Hinteregger si è fatto promotore – ma anche e soprattutto la difesa della natura della valle di Luson dall’invasione del cemento, dalle speculazioni edilizie e dal dilagare delle seconde case e degli impianti da sci, che qui sono banditi – danno la cifra di quanto da queste parti l’ambiente sia ritenuto una cosa seria. Basti pensare che al centro del paese di Luson non c’è una comune piscina in cemento, ma un laghetto balneabile.

Occorrono alcuni giorni per capire in profondità il Lüsnerhof, scoprendo il bosco, il torrente, le saune, le aree relax, l’orto biodinamico, il giardino, lo stagno balneabile di acqua sorgiva, le vasche idro, totalmente immersi nel verde, ma poi si respira all’unisono con la natura, si entra in armonia con il contesto e non si vorrebbe più ripartire. Una nuova modalità luxury fortemente inclusiva, che riprende una tradizione ancestrale fatta di calore familiare, materiali naturali, benessere del corpo e dell’anima, da scoprire a Luson, a 1100 mt. di altitudine a pochi chilometri da Bressanone, secondo alcuni l’ultima valle dell’Alto Adige ancora incontaminata.

Nel resort tutto riporta al territorio, a partire dalle rocce dolomitiche millenarie, alle mura in argilla, al legno massiccio di larice, all’abete rosso e al cirmolo dei boschi di Luson, con cui è costruito l’edificio, grazie all’abilità e alle pratiche antiche degli artigiani della valle. Nel 1982 quando Franz Hinteregger apriva il Lüsnerhof con le sue due sorelle, tutto era molto più piccolo e c’era un’unica sauna in cantina. Poi nel 1993 è entrata la moglie Maria e nel 2004 si è scelto di ristrutturare, ripensando interamente l’edificio.

La naturellness®Spa segue quattro linee guida, respirare, vivere con i piedi per terra, ricaricare le forze, purificare e si compone di tre diverse aree: la LüsnerBadl nel corpo centrale del resort, con cabine trattamenti, sale relax e saune volutamente di piccole dimensioni, piscina interna ed esterna, idromassaggi e il laghetto naturale, dove immergersi nella pura acqua di sorgente. La BadehausSpa, chiamata anche Casetta dei Bagni Alpini, con grande uso di quarzite, terra, legno, le ricette ancestrali della famiglia di medici Ragginer, il rituale dei Bagni Alpini in 5 passi, le stanze dei massaggi, i trattamenti realizzati con elementi naturali alpini. Da provare la stanza dei trattamenti di coppia con caminetto, la mansarda delle coccole, i lettini a infrarossi, la grotta salina dove fluttuare sciogliendo le tensioni, lasciandosi purificare, ascoltando musica subacquea, ma anche la sauna di cirmolo con flusso di vapore e pietra calda, la stanza del quarzo rosa (Peeling e massagio hamam), la distilleria delle erbe Ragginer e il salotto del tè (con produzione artigianale di idrolati e creme). E ancora il Sentiero della consapevolezza, un’esperienza polisensoriale per conoscere il bosco e la natura in modo dinamico, attraverso l’acqua dei torrenti, i tronchi degli alberi, il calore del fuoco, l‘aria di montagna, nella più totale tranquillità.

Tre aree wellness che diventano tutt’una grazie alla Sauna Promenade, il percorso sauna più lungo delle Alpi, da vivere dopo una breve camminata a piedi nudi nel prato e nel bosco, per scoprire la sauna al ruscello alpino, l’oasi energetica dei 4 elementi, il sentiero della consapevolezza a piedi scalzi, il percorso Kneipp, l’arena con falò, la capanna sudatoria, il relax in the forest e il punto panoramico sulle Dolomiti, lasciandosi trasportare da sensazioni primordiali, che stabiliscono un rapporto intimo con la natura. Attraverso un itinerario guidato e comodi banner esplicativi, si apprendono accorgimenti che aiutano a vivere in armonia con se stessi e il proprio corpo, come l’irrorazione del viso, immergendo lentamente il viso nell‘acqua fresca del torrente per pochi secondi, per rivitalizzare corpo e mente, tonificare e rinfrescare l‘epidermide, contro il mal di testa, la stanchezza del viso e degli occhi. Per concludere con il Bagno nel bosco, sdraiandosi in un lettino di larice, nel silenzio della foresta, godendo delle benefiche essenze naturali che rilasciano legno, muschio, piante, erbe, bacche e fiori. Lasciarsi tutto alle spalle, in un’esperienza totalizzante che rigenera corpo e mente, da vivere anche nella formula Day Spa, abbandonandosi alle coccole della famiglia Hinteregger con Maria, Franz, Elisabeth, Sofia, Franziska e David, ben felici di prendersi cura degli ospiti con naturalezza e autenticità.

La cucina è nelle abili mani di Valentina Pojer e del sous chef Ismaele, che insieme a una brigata efficiente e creativa racconta al meglio il territorio, con rimandi alle tradizioni regionali italiane. Piatti leggeri ed equilibrati che non mancano di sapore e piacevolezza ispirati alle ricette della memoria, sempre guardando alla stagionalità, impiegando nelle gustose preparazioni solamente ingredienti del territorio, attingendo a produttori locali e al giardino delle erbe del Lüsnerhof, con piante officinali alpine, spezie mediterranee, fiori eduli, essenze aromatiche. Da non perdere il ricco breakfast, un ampio buffet che prevede una selezione di burro di capra e vaccino di diverse latterie artigianali, ottimi salumi, un sontuoso carrello dei formaggi, marmellate e composte fatte in casa, un reparto uova ricco e completo, un’estesa selezione di pani locali, brioches fragranti, morbidi pandolci, strudel, crostate e per i più salutisti anche il juice bar, con estratti, centrifugati di frutta e verdura, spremute fresche, insieme a una caffetteria di primordine.

L’esclusivo Lüsnerhof Natur Hotel è associato a Belvita Leading Wellnesshotels Südtirol, un’esclusiva associazione di albergatori di alto profilo dislocati nelle più affascinanti e amene località dell’Alto Adige, che conservano un particolare riguardo verso l’esperienza wellness, offrendo servizi di prima classe, grande cucina e confort, per vivere una vacanza da sogno all’insegna del relax. Imprese familiari 4 stelle superior e 5 stelle, ognuna con una propria personalità, per immergersi nella natura e ritrovare sé stessi lontani da tutto. Luoghi del lusso non ostentato, ogni anno sottoposti regolarmente a mystery check, che conferisce il sigillo di qualità Belvita.

 

 

luesnerhof.it